Un hamburger che si crede alta cucina: L’uomo di neve

neve2.jpg

Alla base della cattiva riuscita di L’uomo di neve, il nuovo film di Tomas Alfredson (il bravo regista di Lasciami entrare e La talpa), c’è una disparità impossibile tra la materia alla base del film e il modo in cui il regista la tratta, come se il Talento si sentisse a disagio ad avere a che fare con la “manovalanza” del cinema di genere. Continua a leggere “Un hamburger che si crede alta cucina: L’uomo di neve”