Riflesso in rosso

di Fabrizio Spurio

la-violenta-morte-di-glauco-mauri-nel-film-profondo-rosso-1975-128615.jpg

Profondo Rosso, del 1975 è il film di Dario Argento che in un certo senso simboleggia il distacco dalla precedente concezione di cinema della tensione rappresentato dalle pellicole che vanno da L’uccello dalle piume di cristallo ai due telefilm della serie della Porta sul buio. La parentesi storica delle Cinque giornate ha forse concesso ad Argento una forzata pausa mentale durante la quale il regista ha maturato uno stile nuovo, più legato alla sensazione, alla costruzione della tensione, al meccanismo dello spavento e del panico.

Matar A Dios, una simpatica apocalisse

XXXVII Edizione Fantafestivaldi Valerio Di Giovannantonio

matar.jpg

Una delle tantissime anteprime mostrate in sala nella XXXVII edizione del Fantafestival è Matar a Dios, commedia apocalittica firmata da Caye Casas e Albert Pintò. Il film presenta una trama semplice, vista e rivista, ma esposta con dignità nonostante i non pochi scivoloni.

Fantafestival: Bugs Comics, sulla scia Splatter da Mostri al nuovo Gangster

XXXVII edizione del Fantafestival – Gabriella Zullo

LocandinaOrizzontaleFantafestival37

A tutti voi cinefili o semplici curiosi che in questi giorni avete seguito l’evento al My Cityplex Savoy interesserà sicuramente sapere le novità, tra film e progetti editoriali, di ieri sera.