Tag: romanzo

Quel figlio negato – Intervista con l’autrice Francesca Ognibene

di Cristina Cuccuru

Quel figlio negato - outoutmagazine 2 (1).jpg

Il desiderio di maternità in una donna che non può soddisfarlo naturalmente, è un aspetto di grande disperazione per una persona, spinge ad attivare risorse fino a quel momento impensabili, pur di portare avanti la propria lotta personale contro quella capacità che proprio a te è stata negata. Continue reading “Quel figlio negato – Intervista con l’autrice Francesca Ognibene”

Il posto più freddo del mondo, di Alessandra Zenarola

di Roberta Maciocci

IMG_20180102_142952 (1).jpg

“Ancora la stessa impressione che qualcuno la stesse osservando, o dietro le tapparelle di qualche appartamento o nascosto tra gli alberi. Attraversando il cortile condominiale si era guardata attorno. L’ombra del palazzo aveva inghiottito le luci dei lampioni.” Continue reading “Il posto più freddo del mondo, di Alessandra Zenarola”

Una meraviglia senza coscienza. Il mare non bagna Napoli

di Mariele Gioia Papa

Thomas_Jones_-_Mur_à_Naples.jpg

Se c’è una cosa che a Napoli trova ampio spazio è questa: l’infinita gradazione dell’azzurro. Comincia, fragilissimo, all’alba, spandendo chiarore delicato sui tetti che si svegliano; continua, intenso, attorno al sole di mezzogiorno, sacro su una tovaglia d’altare, umilissimo nella trama di un grembiule da cucina, prezioso in un lembo di affresco antico; trema e brilla, come un sogno, in un paio d’occhi; culmina nel nero blu dei flutti che accoglie paziente ogni luce della sera, nel buio dei fondali che non ricevono alcuna luce. Ognuno qui ne possiede un po’, nell’oscurità come nello splendore, e Anna Maria Ortese, scrivendo questo libro, ne ha seguito le tracce. Continue reading “Una meraviglia senza coscienza. Il mare non bagna Napoli”

L’identità, un passo a due di equivoci

di Claudia Didio

Kundera.jpg

Ciascuno è libero di dissolvere la propria individualità nel pentolone della moltitudine provando o un senso di sconfitta o un senso di euforia.” Tra fraintendimenti e incomunicabilità, Milan Kundera dà forma a quelli che sono i timori più profondi che incombono in una coppia, mettendo a nudo le vulnerabilità dei due protagonisti. Continue reading “L’identità, un passo a due di equivoci”

L’arte di sopravvivere. Soffocare

di Quinto De Angelis

vizi. soffocare out out.png

Vi siete mai sentiti in uno stato emotivo tale da ripensare a scelte compiute nella propria vita? Quando una sorta di tristezza ti assale e ripensi se hai fatto bene a lasciare quella ragazza solo perché era logorroica e gelosa? Oppure se dovevi continuare gli studi e magari non fermarti alla ragioneria ma puntare ad una laurea per far felici i tuoi genitori? Continue reading “L’arte di sopravvivere. Soffocare”

L’eterna lotta con se stessi, Frankenstein di Mary Shelley

di Cristina Peretti

frankenstein.png

“Io mi affannai a pensare a una storia […] una storia che parlasse alle misteriose paure che abbiamo in noi, e risvegliasse un orrore da brivido; una storia che obbligasse il lettore a guardarsi intorno spaventato, che gelasse il sangue e accelerasse i battuti del cuore. […] Continue reading “L’eterna lotta con se stessi, Frankenstein di Mary Shelley”

I figli della mezzanotte, realismo magico all’indiana

di Gianluca Sforza

ifiglidellamezzanotteoutout1.jpg

Le mie letture estive hanno incluso uno straordinario romanzo del 1980, i Figli della Mezzanotte (Midnight’s Children), il romanzo d’esordio di Salman Rushdie, l’autore anglo-indiano poi costretto a nascondersi per sfuggire alla fatwa dell’ayatollah iraniano Khomeini negli anni 80 per aver offeso la figura di Maometto nel famoso romanzo “I versetti satanici“.  Continue reading “I figli della mezzanotte, realismo magico all’indiana”