“Io non ti lascio solo”: la storia di un’amicizia nel nuovo romanzo di Ginaluca Antoni

Questo romanzo, edito da Salani nella collana Le Stanze, è l’esordio per Gianluca Antoni psicologo e psicoterapeuta di Senigallia, già autore di racconti brevi.

Gianluca Antoni

È una storia di amicizia, un romanzo di formazione che racconta l’avventura di due giovani ragazzi ricco di colpi di scena e che non lascia da parte le emozioni.

“L’amicizia è affrontare insieme la paura. Lo sanno bene Filo e Rullo, due ragazzini diversissimi eppure inseparabili, che decidono di scappare da casa e di avventurarsi tra i boschi, alla ricerca del cane di Filo, perso durante un temporale. Per ritrovarlo si spingono fino alla cascina di Guelfo Tabacci, uno schivo montanaro di cui si mormora che anni prima abbia ucciso suo figlio. Così, l’ingenuità della loro fuga lascia il posto ai terribili segreti del mondo degli adulti. Molto tempo dopo, nella cantina di quello stesso casolare vengono ritrovati due diari. Sono stati proprio i due amici a scriverli, consegnando a quelle pagine ingiallite la soluzione del mistero e il racconto, insieme crudo e poetico, di un’estate destinata a cambiare per sempre le loro vite.”

Un viaggio, un’avventura, il racconto di un’amicizia e lo scontro tra generazioni, ma anche la perdita dell’innocenza. Io non ti lascio solo è tutto questo, e mescola il romanzo di formazione con il giallo.

Con una prosa raccontata in prima persona, Antoni svela il mondo visto dagli occhi di un bambino affrontando tematiche che rimangono ancora oggi di un’attualità incredibile, e che riescono ad arrivare alla mente e al cuore di tutti.

Io non ti lascio solo ha già conquistato pubblico e critica vincendo il torneo letterario Io scrittore, il premio Romics e l’Holmes Awards.

Il libro ha già venduto i diritti cinematografici, così ben presto ci si aspetterà di vedere un film basato su questo romanzo.

Credit: Gianluca Antoni; Il Giornale

Chiara Volponi

“Via Gemito” di Domenico Starnone torna nelle librerie in una nuova edizione Einaudi

Vincitore del Premio Strega nel 2001, a distanza di 20 anni il romanzo semi autobiografico dello scrittore napoletano è riletto alla luce della contemporaneità e del momento difficile che il mondo intero si trova ad affrontare. L’attualità del personaggio di Federì è forte oggi come allora. 

Andreose e la sua “Voglia di libri”, un elegante affresco dell’editoria italiana

Dopo il successo di Uomini e libri (2015) Mario Andreose torna nelle librerie con Voglia di libri, un ritratto unico quanto personale dell’età dell’oro dell’industria editoriale, da lui vissuta in prima persona. Dall’alto dei suoi “sessant’anni d’incantato apprentissage”, come lui stesso definisce la lunga e inimitabile carriera di figure del calibro di Umberto Eco, Andreose ci accompagna con sublime raffinatezza in un mondo ormai dimenticato, che ci appare distante anni luce.

The Leftovers: l’eterno scontro tra fede e ragione

di Gianluca Sforza

the_leftovers1.jpg

Tra il 2014 e il 2017 è andata in onda sul network HBO la serie TV “The Leftovers”, un dramma psicologico tratto dal romanzo omonimo di Tom Perrotta (che copre però solo gli eventi della prima stagione) venato di sfumature new age che sfocia spesso nel sovrannaturale e sfiora nella parte finale della terza e ultima stagione la fantascienza. Alla scrittura della serie ha partecipato anche Damon Lindelof, che era stato il creatore di Lost, una delle prime serie Tv a diventare fenomeno di costume, ma che al tempo stesso aveva lasciato l’amaro in bocca agli stessi fan e attirato numerose critiche con il discutibile e debole finale di cui lo stesso Lindelof era considerato responsabile.

The Wife – Vivere nell’ombra. Impensabili sacrifici d’amore

di Corinne Vosa

The-Wife Out Out Magazine 1.jpg

Lo si dice sempre: “Dietro ogni grande uomo, c’è sempre una grande donna”. Tutto parte da qui. L’essenza di The Wife è già racchiusa in queste parole, spinte fino al loro significato più radicale.

Quel figlio negato – Intervista con l’autrice Francesca Ognibene

di Cristina Cuccuru

Quel figlio negato - outoutmagazine 2 (1).jpg

Il desiderio di maternità in una donna che non può soddisfarlo naturalmente, è un aspetto di grande disperazione per una persona, spinge ad attivare risorse fino a quel momento impensabili, pur di portare avanti la propria lotta personale contro quella capacità che proprio a te è stata negata.

Il posto più freddo del mondo, di Alessandra Zenarola

di Roberta Maciocci

IMG_20180102_142952 (1).jpg

“Ancora la stessa impressione che qualcuno la stesse osservando, o dietro le tapparelle di qualche appartamento o nascosto tra gli alberi. Attraversando il cortile condominiale si era guardata attorno. L’ombra del palazzo aveva inghiottito le luci dei lampioni.”