Tag: poesia

Inger Christensen: “E’ questo batter d’ali un’adunata di particelle di luce in un miraggio?”

di Annalea Vallesi

Inger Christensen.jpg

Inger Christensen è stata una poetessa, scrittrice e saggista danese, più volte candidata per il Nobel. Nata a Vejle in Danimarca, nel 1935 Inger Christensen esordisce nel 1962 con la sua prima  raccolta  Lys (Luce) seguita l’anno successivo da “Gres” (Erba), due opere in cui la poetessa coltiva la forma breve cercando di catturare la musicalità della lingua. Continue reading “Inger Christensen: “E’ questo batter d’ali un’adunata di particelle di luce in un miraggio?””

Marina Ivanovna Cvetaeva : “Il libro dell’eternità sulle labbra umane”

di Annalea Vallesi

La Cvetaeva con famiglia e marito S. Efron.jpg

Marina I. Cvetaeva, oggi considerata al livello di Majakovskij, di Pasternak e dell’Achmatova, ossia dei nomi più importanti della poesia russa, nasce a Mosca nel 1892, dove suo padre è insegnante alla facoltà di filosofia. Nel 1922 emigra all’estero per avversione al nuovo regime politico comunista e per raggiungere il marito Sergej Efron, che aveva combattuto contro i rossi nelle armate bianche di Denikin e di Vrangel e si era poi rifugiato a Praga. Continue reading “Marina Ivanovna Cvetaeva : “Il libro dell’eternità sulle labbra umane””

Michelangelo Buonarroti: Questo sol m’arde e questo m’innamora

di Annalea Vallesi

Michelangelo.jpg

Michelangelo Buonarroti (n.to a Caprese, 6 marzo 1475 – m. a Roma il 18 febbraio 1564) è artistica eclettico dai numerosi interessi e dalle plurime espressioni creative: scultore, pittore, architetto e poeta. Protagonista del Rinascimento italiano, la sua fama non è postuma, perchè già in vita fu riconosciuto come uno dei maggiori artisti di tutti i tempi, voluto e ospitato dalle maggiori corti di mecenati dell’epoca. Continue reading “Michelangelo Buonarroti: Questo sol m’arde e questo m’innamora”

Wisława Szymborska: “Preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non scriverne”

di Annalea Vallesi

Wisława-Szymborska3-1.jpg

Nata in Polonia a Kórnik, il 2 luglio 1923, Wislawa Szymborska è stata una poetessa e saggista polacca. Premiata con il Nobel nel 1996 e con numerosi altri riconoscimenti, è generalmente considerata la più importante poetessa polacca degli ultimi decenni, e una delle poetesse più amate dal pubblico della poesia e non solo di tutto il mondo d’oggi. Continue reading “Wisława Szymborska: “Preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non scriverne””

Fabrizio De Andrè: una vita di poesia e musica

di Annalea Vallesi

F. De Andrè.jpg

L’11 gennaio 1999 ci ha lasciati Fabrizio De Andrè e quest’anno c’è stata la ricorrenza del ventennale della morte del grande cantautore. Poeta che ha raccontato la vita nelle sue infinite sfumature accompagnando i suoi versi sempre con una musica dalle forti connotazioni popolari, dai colori umani e travolgenti, con note di originalità e l’uso di strumenti “romantici” come il violino e la chitarra. Continue reading “Fabrizio De Andrè: una vita di poesia e musica”

Quante cose nasconde uno specchio?

di Agostino Casaretto

edoardo siravo foto 2.png

Cosa succede quando un uomo decide di guardarsi per la prima  e l’ultima volta in uno specchio poco prima di morire? Ce lo  mostra, con una interpretazione perfetta, sul palcoscenico del Teatro Palladium a Roma, Edoardo Siravo, coadiuvato da Stefania Barca e da Monica Bonomi, nella trasposizione teatrale dei Sillabari di Goffredo Parise, ideata e progettata da Roberto Traverso e Lorenzo Loris. Questa pièce teatrale Amori, ingenuità, poesia, sogno (Sillabari), ci mostra  un uomo che facendosi coinvolgere dalle emozioni e dai ricordi, ispirati anche dalla musica, ripercorre Continue reading “Quante cose nasconde uno specchio?”

Cristina Campo: il mio nome è Vittoria

di Annalea Vallesi

foto Cristina Campo.jpg

In questo secondo nostro appuntamento con il “sabato poetico” che riguarda consigli di lettura e approfondimenti “umani” più che “letterari”, tratterò con molta emozione e commozione la figura esile e luminosa di una grande poetessa. Saggista, scrittrice, traduttrice, letterata raffinata e colta, sensibile e delicata: si tratta di Vittoria Guerrini, il cui non d’arte è Cristina Campo. Continue reading “Cristina Campo: il mio nome è Vittoria”

Arthur Rimbaud: Un mistico allo stato selvaggio

di Annalea Vallesi

Arthur_Rimbaud_1.jpg

In questo mio primo articolo dedicato alla poesia e ai consigli di lettura di classici e contemporanei della letteratura poetica sia nazionale che internazionale, vi parlo di una delle più controverse figure “poetiche” dell’ottocento francese, ovvero il grande Arthur Rimabaud. Continue reading “Arthur Rimbaud: Un mistico allo stato selvaggio”