Tag: parigi

Animali fantastici – I crimini di Grindelwald: un atto secondo privo di sostanza

di Valerio Serafini

animalifantastici.outoutmagazine.1.jpeg

Il 16 novembre 2018 uscirà nelle sale italiane il secondo capitolo della saga spin-off della celebre serie cinematografica Harry Potter, ovvero Animali fantastici – I crimini di Grindelwald (Fantastic Beasts: The Crimes of Grindelwald). Continue reading “Animali fantastici – I crimini di Grindelwald: un atto secondo privo di sostanza”

Un bel sole interiore: l’agonia amorosa di una splendida cinquantenne

di Nicolò Palmieri

L'amore secondo Isabelle - Out Out Magazine - 1.jpg

Una bella donna di mezza età, divorziata e con una figlia che non vede quasi mai, passa di uomo in uomo, cercando di raggiungere il vero amore, ma trovando unicamente delusioni, sullo sfondo di una Parigi intellettuale e movimentata. Continue reading “Un bel sole interiore: l’agonia amorosa di una splendida cinquantenne”

La fabbrica d’arte tra realtà e finzione: The Paris Opera

di Cristina Cuccuru

The-Paris-Opera-2-1600x900-c-default.jpg

Il 13 Novembre 2017 uscirà al cinema The Paris Opera, diretto da Jean-Stéphane Bron e distribuita da I Wonder Pictures, nonché seconda opera rilasciata per il progetto I Wonder Stories (dopo Manifesto di Julian Rosefeldt).
Continue reading “La fabbrica d’arte tra realtà e finzione: The Paris Opera”

La scultura doggie-style rifiutata al Louvre e accettata al Pompidou

03louvre-item2-superJumbo.jpg

Sembra che il Centro Georges Pompidou non si sia fatto alcun problema ad accettare un’opera rifiutata dal ”cugino” Louvre perché troppo provocatoria. La scorsa settimana, infatti, il museo d’arte contemporanea ha accolto una scultura gigantesca e abitabile di due figure in posizione doggie-style. Continue reading “La scultura doggie-style rifiutata al Louvre e accettata al Pompidou”

Lola + Jeremy: amore, bugie e videotape

di Laura Caporusso

Lola+Jeremy 3 Out Out.jpg

Decimo arrondissement di Parigi: Lola e Jeremy s’incontrano quasi per caso e fin da subito scatta tra i due il tanto agognato colpo di fulmine. Insieme decidono di realizzare un video diario della loro storia d’amore, anche se per motivi differenti: Lola, infatti, vorrebbe che i vari filmati vengano poi fatti vedere ai loro futuri figli; Jeremy, invece, per rendere partecipe il padre malato della sua storia d’amore. Continue reading “Lola + Jeremy: amore, bugie e videotape”

Vermeer e i maestri della pittura di genere, in mostra al Louvre di Parigi

vermeer.jpgVermeer e i maestri della pittura di genere è il titolo della mostra inaugurata il 22 febbraio e aperta fino al 22 maggio. A ospitarla è uno dei musei più famosi e visitati al mondo, Il Louvre di Parigi. Precisamente è la sala Napoleone a raccogliere le opere del maestro olandese con un intento preciso: dimostrare con il confronto con altri artisti come Vermeer non fosse un pittore isolato nella sua ricerca ma come i suoi lavori fossero in realtà espressione di un genere pittorico molto diffuso all’epoca, parliamo del XVII secolo, in Olanda.

Scene di vita quotidiana, personaggi umili rappresentati in interni popolari e dipinti con raffinatezza sono le coordinate che uniscono Vermeer ad altri pittori ora non molto noti ma nel ’600 famosi almeno quanto lui come Gerard Dou, Jan Steen e Gabriel Metsu. In mostra allora troviamo i compagni del grande maestro e ben sue 12 opere provenienti da prestiti internazionali, un numero significativo se pensiamo che in tutta la sua vita il pittore avrà concluso una quarantina di lavori. Insomma, un’ottima occasione per immergersi in quel mondo che ha affascinato la borghesia nascente dell’epoca e che non ha mai smesso di incantare come dimostra una lettera di Proust inviata al critico Jean-Louis Vaudoyer: ”Da quando ho visto al museo de La Haye una veduta di Delft, ho saputo di aver visto il più bel quadro del mondo”.

Magritte, il viaggio onirico al Centre Pompidou a Parigi

magritte-buona

L’universo onirico di René Magritte è in mostra al Centre Pompidou fino al 23 gennaio, dopo 40 anni dall’ultima rassegna dell’artista nel museo parigino. Un centinaio di capolavori del maestro surrealista, considerato tra i più straordinari pittori del Novecento per il suo linguaggio enigmatico, è a Parigi per la retrospettiva La trahison des images. Un percorso che alterna ai dipinti anche disegni inediti e documenti che analizzano il profondo interesse dell’artista per la filosofia. L‘esposizione parigina offre al pubblico un approccio nuovo al lavoro dell’artista, attraverso le grandi opere note a tutti e altre opere meno conosciute, tutte tratte dalle principali collezioni pubbliche e private. Fino al 23 gennaio; info:  www.centrepompidou.fr