All posts tagged: murales

L’arte sui muraglioni del Tevere: “Witness” di Maria Thereza Alves

Cinque anni fa, nei muraglioni tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini a Roma, l’artista sudafricano Kentridge realizzò Triumphs And Laments, un murales alto 10 metri e lungo 500. Adesso se ne cercano ancora le tracce, ma l’opera d’arte di Kentridge è ormai dissolta, perché fu realizzata non con l’uso di vernici o pittura, ma con la rimozione selettiva tramite idropulitura della patina biologica che nel corso degli anni si era accumulata sul travertino dei muraglioni. Ora, a cinque anni dall’evento, Tevereterno Onlus e Fondazione Quadriennale di Roma hanno indetto un concorso chiamato Call for project “Oltre Triumphs And Laments”, per promuovere un nuovo progetto collocato nello stesso spazio dell’ormai dissolto lavoro di Kentridge. Ed è così che, in mezzo a molti artisti, l’artista brasiliana Maria Thereza Alves è stata scelta dalla giuria con il suo Witnesses. Gianni Squitieri, Presidente dell’Associazione Tevereterno onlus spiega: «Con l’obiettivo di proseguire la straordinaria narrazione avviata con l’opera di Kentridge ora che, come previsto, l’opera si è dissolta, Tevereterno e La Quadriennale vogliono promuovere con una nuova opera una riflessione …

La prima street artist di Kabul: l’arte come resistenza

«Voglio colorare i brutti ricordi della guerra e se coloro questi brutti ricordi, allora cancello la guerra dalla mente delle persone. Voglio rendere l’Afghanistan famoso per la sua arte, non per la sua guerra». È quanto ha raccontato l’artista in un’intervista ad Art Radar. Si chiama Shamsia Hassani ed è la prima street artist donna di Kabul. Attraverso la sua arte racconta la sofferenza e l’oppressione delle donne afgane, ed in poco tempo le sue opere sono diventate virali. È nata in Iran nel 1988 ed è stata costretta poi ad emigrare con i suoi genitori a causa della guerra. Nel 2005 riesce a tornare nel suo paese di origine ed inizia a studiare arte presso l’università di Kabul, trovando lavoro come prima docente incaricata e seguentemente come professoressa associata di scultura presso la stessa università. Shamsia però scopre la sua vera passione nel 2010, durante un workshop organizzato a Kabul nel quale impara l’arte dei murales e della street art da Chu, un artista del Regno Unito. Immediatamente si appassiona a questa corrente, riuscendo …