La signora delle camelie

di Federico Spinelli

outout magazine 1 (2).jpg

Partiamo dal pensiero del regista Matteo Tarasco per capire al meglio la messa in scena dell’opera. Egli concepisce il teatro come fosse uno specchio distorto che ha il compito etico di cogliere e riflettere in un’epoca dove la televisione spesso fa da maestra dettando comportamenti, atteggiamento e linguaggi. Questo spettacolo nasce con un’esigenza ben precisa. Avere il coraggio di essere nuovamente eloquenti attribuisce alla parola una potenza che esercita un potere invisibile. Continua a leggere “La signora delle camelie”