Tag: film

Quando la critica fa male al cinema

di Agostino Casaretto

Cinema Maestoso lug 07.jpg

Ci capita, purtroppo, spesso di passare in certe vie di Roma o di altre città della nostra bella Italia e vedere che dove c’era un bel cinema, che faceva parte della nostra infanzia e vita, c’è: una sala da giochi o un insieme di legnami che coprono quello che fu l’ingresso di quel cinema oppure un supermercato o ancora serrande chiuse con sopra i classici scarabocchi che niente hanno a che vedere con quelli della street art. Continue reading “Quando la critica fa male al cinema”

Hermanos: l’inaggirabilità dei legami di sangue

di Chiara Maciocci

2018-10-24 15.06.43.png

Presentato in concorso alla Festa del Cinema di Roma, Hermanos, diretto dal regista Pablo González, è un film sull’ineluttabilità del destino, sull’insostituibilità di quei legami a cui siamo stati vincolati, da sempre e per sempre, e sull’inevitabilità della violenza a cui questi possono costringere. Continue reading “Hermanos: l’inaggirabilità dei legami di sangue”

Cinemadays, al cinema con soli 3€

di Valerio Serafini

cinemadays, outoutmagazine, 1 (1).JPG

I Cinemadays tornano nei cinema aderenti all’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), presieduto da Dario Franceschini. Per un periodo di tempo che si estende dal mese di aprile a settembre ci sarà la possibilità di andare al cinema con soli 3€. Continue reading “Cinemadays, al cinema con soli 3€”

The Disaster Artist: ode e non elegia di un fallimento artistico

di Roberta Lamonica

The-Disaster-Artist 1 outout magazine.jpg

Basato sull’omonimo libro pubblicato da Greg Sestero e Tom Bissell, The Disaster Artist di James Franco è la celebrazione di The Room, film del 2003 di Tommy Wiseau. Universalmente riconosciuto come uno dei peggiori film che siano mai apparsi sul grande schermo – è stato definito Il Quarto Potere dei film brutti — la storia del making of di questo film ha fornito il materiale per il biopic di Franco che ha ben figurato nella trascorsa stagione degli awards. Continue reading “The Disaster Artist: ode e non elegia di un fallimento artistico”

AL VIA DA IERI MYFRENCHFILMFESTIVAL SULLA PIATTAFORMA INDIEFILMCHANNEL.TV

french.jpg

Al via da oggi l’8° edizione di MyFrenchFilmFestival il festival più comodo al mondo, che si svolgerà fino al 19 febbraio 2018 e che ritorna con 30 lungometraggicortometraggi disponibili in 80 paesi in tutto il mondo, organizzato da UniFrance. Continue reading “AL VIA DA IERI MYFRENCHFILMFESTIVAL SULLA PIATTAFORMA INDIEFILMCHANNEL.TV”

Un angelo (di terza categoria) alla mia tavola: La vita è meravigliosa

di Emanuele Rauco

Capra01.jpg

Uno dei più bei film non solo del periodo natalizio, ma dell’itera storia del Cinema: La Vita è meravigliosa di Frank Capra. La quantità di lacrime che un film fa versare non è necessariamente indicazione di qualità o bellezza. Ma se quando George corre per le strade innevate gridando a tutti “Buon Natale” non si è invasi da fiumi di lacrime, si consiglia una visita ai dotti lacrimali o al cuore, divenuto di pietra. La vita è meravigliosa è IL film di Natale, non il più popolare – superato recentemente da Una poltrona per due di Landis – né il più bello (in quella zona si aggira Fanny e Alexander di Bergman), ma Frank Capra ha realizzato quello più emblematico. Continue reading “Un angelo (di terza categoria) alla mia tavola: La vita è meravigliosa”

La suggestione totale di Pink Narcissus

pink

Uscito nel 1971, Pink Narcissus è diventato uno dei film che godono della più autentica definizione di cult assoluto, conosciuto anche (più di nome che per essere stato visto) per l’aura di mistero su chi fosse il suo vero realizzatore. Il film infatti, di cui si impadronì forzatamente la casa di produzione Sherpix, fu “distribuito” come anonimo in seguito alla decisione del regista di non far comparire il suo nome, dato che ancora dopo sette anni non era arrivato ad una versione che lo soddisfacesse, esasperando appunto la suddetta Sherpix. Continue reading “La suggestione totale di Pink Narcissus”

L’estetica splatter di Raimi, La Casa

la casa

L’esordio alla regia di Sam Raimi, datato 1981, non avrebbe potuto essere più fulminante; il regista, insieme agli amici Bruce Campbell (protagonista) e Robert Tapert (produttore) riesce a portare sullo schermo un’idea che covava già da diversi anni, e che era già stata parzialmente sviluppata nel precedente cortometraggio Within the woods (1978). Doveva trattarsi di un semplice horror low-budget, pensato principalmente per il pubblico di teenagers che affollava, in quel periodo, le proiezioni dei drive-in: un film che doveva rappresentare, per il suo autore, il passaporto più agevole per l’ingresso nel mondo del cinema, e una risposta ai b-movie horror che lo stesso Raimi, nella sua adolescenza, aveva più volte avuto modo di vedere proprio nelle proiezioni notturne dei drive-in (“Vedendo quei film”, ha dichiarato recentemente il regista, “pensai che avrei potuto fare sicuramente di meglio”). Continue reading “L’estetica splatter di Raimi, La Casa”