All posts tagged: femminismo

La prima street artist di Kabul: l’arte come resistenza

«Voglio colorare i brutti ricordi della guerra e se coloro questi brutti ricordi, allora cancello la guerra dalla mente delle persone. Voglio rendere l’Afghanistan famoso per la sua arte, non per la sua guerra». È quanto ha raccontato l’artista in un’intervista ad Art Radar. Si chiama Shamsia Hassani ed è la prima street artist donna di Kabul. Attraverso la sua arte racconta la sofferenza e l’oppressione delle donne afgane, ed in poco tempo le sue opere sono diventate virali. È nata in Iran nel 1988 ed è stata costretta poi ad emigrare con i suoi genitori a causa della guerra. Nel 2005 riesce a tornare nel suo paese di origine ed inizia a studiare arte presso l’università di Kabul, trovando lavoro come prima docente incaricata e seguentemente come professoressa associata di scultura presso la stessa università. Shamsia però scopre la sua vera passione nel 2010, durante un workshop organizzato a Kabul nel quale impara l’arte dei murales e della street art da Chu, un artista del Regno Unito. Immediatamente si appassiona a questa corrente, riuscendo …

I monologhi della vagina: una rilettura del libro di Eve Ensler dopo 25 anni dalla sua uscita

Il 15 giugno, presso i Bagni Misteriosi e organizzato dal Teatro Franco Parenti di Milano, si è tenuta una rilettura ed interpretazione di un libro considerato, fra gli altri, il caposaldo del femminismo, I monologhi della vagina, uscito nel 1996, scritto da Eve Ensler. L’opera teatrale è stata diretta da Emanuela Giordano, mentre le letture e la loro interpretazione sono state fatte da Roberta Lidia De Stefano, Alessandra Faiella, Silvia Giulia Mendola, Marina Rocco, Lucia Vasini. I monologhi della vagina è un’opera teatrale che raccoglie i monologhi di varie donne che condividono le loro esperienze con il pubblico riguardo alla loro vagina: «Un successo planetario che ha rotto il silenzio sulla violenza contro le donne, da più di vent’anni un punto di riferimento fondamentale nella lotta quotidiana del genere femminile. Il testo nasce da duecento interviste che Eve Ensler realizza con donne di età, etnie, professioni e classi sociali diverse. Dopo cinque anni di ricerche, di scrittura, di letture in spazi off, di premi prestigiosi e di sold out, il 5 febbraio del 2001, Jane Fonda, Alanis Morisette, Glenn Close …