Le donne nel Futurismo: una mostra per ricordare le “amazzoni futuriste”

di Corinne Vosa

futurismoOutOutMagazine1.jpg

Nel Manifesto del Futurismo del 1909 Marinetti dichiarava: Vogliamo glorificare il disprezzo della donna. Pertanto si è diffusa l’idea che gli esponenti del futurismo nutrissero una forte ostilità verso le donne. Eppure è sorprendentemente il movimento d’avanguardia novecentesca in cui la partecipazione delle donne è stata maggiore, così come il loro contributo artistico. Quindi cosa intendeva dire realmente Marinetti? Continua a leggere “Le donne nel Futurismo: una mostra per ricordare le “amazzoni futuriste””

La fluida visione del mondo di un formidabile ribelle: L’arte viva di Julian Schnabel

di Laura Pozzi

L'arte viva di Julian Schnabel-outoutmagazine1.jpg

Un tuffo dove l’acqua è più blu, magari al largo dello splendido arcipelago Li Galli  in compagnia di Julian Schnabel uno dei più importanti artisti contemporanei, che nel corso della sua lunga e prolifica carriera non ha mai avuto paura di sperimentare per mettere la propria vita al servizio dell’arte e delle sue innumerevoli forme di espressione. Continua a leggere “La fluida visione del mondo di un formidabile ribelle: L’arte viva di Julian Schnabel”

pollice.jpg

Sei tonnellate di peso e sei metri di altezza. Questi alcuni dati dell’enorme pollice installato davanti al Centre Pompidou di Parigi. La scultura è firmata da Cesar, artista conosciuto per le sue compressioni di automobili in pieno Nouveau realisme. A dare il lascia passare per la recente fusione in bronzo del lavoro è stata la sua ultima compagna, Stéphanie Busuttil che detiene i diritti morali sull’opera dell’artista. Continua a leggere

Patrizia Comand a Palazzo Cipolla

Palazzo-cipolla.jpg

Il Museo di Palazzo Cipolla apre la stagione autunnale il 9 ottobre con la mostra La nave dei folli dell’artista Patrizia Comand. L’iniziativa è promossa e realizzata dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, con il supporto tecnico di Civita, prevede l’opera omonima dipinta tra il 2013 e il 2014 che trae ispirazione dall’omonimo poema satirico di Sebastian Brant, Das Narrenschiff, pubblicato per la prima volta a Basilea nel febbraio del 1494, durante il Carnevale altorenano, e alle cui illustrazioni aveva collaborato con xilografie un giovane Albrecht Dürer.  Continua a leggere “Patrizia Comand a Palazzo Cipolla”