Tag: Ari Aster

Hereditary e l’ineluttabilità del male

di Chiara Maciocci

hereditary, outout, 1.jpg

La necessità del complimento nel segno del male è ciò che assurge a tema fondamentale di questo ultimo lavoro di Ari Aster. Infatti, ciò che distingue Hereditary da altri horror che, pur ponendosi nella sua stessa linea di dramma satanico, infestato di streghe, capri, spiriti e maledizioni (come possiamo vedere anche in The VVitch, dagli stessi produttori di Hereditary), è che il filo esiziale che tiene insieme l’intera vicenda è una direzione ineluttabile di malvagità che, alla fine di tutto, non può che vincere sopra le resistenze degli individui che le si oppongono. Continue reading “Hereditary e l’ineluttabilità del male”

Hereditary e l’inarrestabile ciclo del male

di Corinne Vosa

Hereditary OutOut Magazine 1.jpg

In Hereditary il dramma domestico di una famiglia viene narrato con il terrificante linguaggio del cinema horror, passando da un taglio più psicologico ai confini estremi del sopranaturale, e ispirandosi in gran parte agli horror degli anni ’60-’70, come ad esempio Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York. Continue reading “Hereditary e l’inarrestabile ciclo del male”

Hereditary: l’inquietante horror sconvolge le famiglie presenti in un cinema australiano per vedere Peter Rabbit

di Corinne Vosa
Hereditary outout magazine1.jpg

A volte l’impensabile si verifica e gli incubi prendono vita. Lo sanno bene i bambini e i genitori che lo scorso 25 aprile si trovavano nella sala di un cinema in Innaloo, nell’Australia dell’Ovest, per vedere Peter Rabbit. Prima del film è stato inaspettatamente proiettato il trailer di Hereditary, film horror diretto da Ari Aster e presentato al Sundance Film Festival di quest’anno, dove ha ottenuto un impressionante successo e ha iniziato a ricevere commenti quali L’esorcista di questa generazione” o“puro terrorismo emotivo”. Continue reading “Hereditary: l’inquietante horror sconvolge le famiglie presenti in un cinema australiano per vedere Peter Rabbit”