Quante cose nasconde uno specchio?

di Agostino Casaretto

edoardo siravo foto 2.png

Cosa succede quando un uomo decide di guardarsi per la prima  e l’ultima volta in uno specchio poco prima di morire? Ce lo  mostra, con una interpretazione perfetta, sul palcoscenico del Teatro Palladium a Roma, Edoardo Siravo, coadiuvato da Stefania Barca e da Monica Bonomi, nella trasposizione teatrale dei Sillabari di Goffredo Parise, ideata e progettata da Roberto Traverso e Lorenzo Loris. Questa pièce teatrale Amori, ingenuità, poesia, sogno (Sillabari), ci mostra  un uomo che facendosi coinvolgere dalle emozioni e dai ricordi, ispirati anche dalla musica, ripercorre

Quando il teatro accarezza il pubblico

di Agostino Casaretto

foto mariano rigillo.png

Creare il clima della festa è stata sempre  la prima regola dettata dal grande Stanislavskij quando spiegava ai suoi allievi come doveva essere una commedia, e questo è quello che succede agli spettatori che decidono di andare al Teatro Golden di Roma per assistere ad una commedia così ben confezionata ed interpretata da creare appunto il clima della festa.

La signora delle camelie

di Federico Spinelli

outout magazine 1 (2).jpg

Partiamo dal pensiero del regista Matteo Tarasco per capire al meglio la messa in scena dell’opera. Egli concepisce il teatro come fosse uno specchio distorto che ha il compito etico di cogliere e riflettere in un’epoca dove la televisione spesso fa da maestra dettando comportamenti, atteggiamento e linguaggi. Questo spettacolo nasce con un’esigenza ben precisa. Avere il coraggio di essere nuovamente eloquenti attribuisce alla parola una potenza che esercita un potere invisibile.