Il romanzo di Jim Thompson per una seconda volta al cinema. Lanthimos torna alla regia con Pop. 1280

di Beatrice Andreani

Pop.1280 - OutOutMagazine (1).jpg

E’ reduce dal successo de La Favorita, Yorgos Lanthimos (per questo film, Olivia Colman ha vinto il Premio Oscar come migliore attrice). Deadline ha da poco reso nota la notizia che il regista dirigerà la trasposizione cinematografica del romanzo giallo di Jim Thompson, volume uscito nel ’64. Continua a leggere “Il romanzo di Jim Thompson per una seconda volta al cinema. Lanthimos torna alla regia con Pop. 1280”

Inger Christensen: “E’ questo batter d’ali un’adunata di particelle di luce in un miraggio?”

di Annalea Vallesi

Inger Christensen.jpg

Inger Christensen è stata una poetessa, scrittrice e saggista danese, più volte candidata per il Nobel. Nata a Vejle in Danimarca, nel 1935 Inger Christensen esordisce nel 1962 con la sua prima  raccolta  Lys (Luce) seguita l’anno successivo da “Gres” (Erba), due opere in cui la poetessa coltiva la forma breve cercando di catturare la musicalità della lingua. Continua a leggere “Inger Christensen: “E’ questo batter d’ali un’adunata di particelle di luce in un miraggio?””

Renè Rilke: “Ti seguo anche oltre l’ultimo dei sogni”

di Annalea Vallesi

rilkeRMPICCOLABN.jpg

Rilke è uno scrittore che nella sua carriera ha spaziato in vari generi letterari: è stato un poeta ma anche drammaturgo. È considerato uno dei più importanti poeti di lingua tedesca del XX secolo. Autore di opere sia in prosa che in poesia, è famoso soprattutto per le Elegie duinesi (iniziate durante un soggiorno a Duino), i Sonetti a Orfeo e I quaderni di Malte Laurids Brigge. Continua a leggere “Renè Rilke: “Ti seguo anche oltre l’ultimo dei sogni””

Marina Ivanovna Cvetaeva : “Il libro dell’eternità sulle labbra umane”

di Annalea Vallesi

La Cvetaeva con famiglia e marito S. Efron.jpg

Marina I. Cvetaeva, oggi considerata al livello di Majakovskij, di Pasternak e dell’Achmatova, ossia dei nomi più importanti della poesia russa, nasce a Mosca nel 1892, dove suo padre è insegnante alla facoltà di filosofia. Nel 1922 emigra all’estero per avversione al nuovo regime politico comunista e per raggiungere il marito Sergej Efron, che aveva combattuto contro i rossi nelle armate bianche di Denikin e di Vrangel e si era poi rifugiato a Praga. Continua a leggere “Marina Ivanovna Cvetaeva : “Il libro dell’eternità sulle labbra umane””

I sogni condivisi, e non su Facebook

di Roberta Maciocci

Perché sognamo tutti le stesse cose 3.png.jpg (1).png

Esami di maturità, servizio militare, automobile che rimane ferma in strada, brutte figure: certo, il modo di dire che una cosa piacevole sia “un sogno” non sembra proprio calzante. Stiamo parlando di sogni condivisi, che ci ritroviamo ad aver tutti fatto, quando ce ne ricordiamo e possiamo raccontarli o ripercorrerli mentalmente in solitudine. Ma sfidiamo chiunque a non aver mai sognato di esser stato rinchiuso senza via d’uscita apparente, oppure a dover sostenere un esame e non ricordarsi nulla. Continua a leggere “I sogni condivisi, e non su Facebook”