Categoria: Letteratura

Il Meccanico di Nuvolari, ovvero un ritorno al Futuro/Passato (senza la DeLorean)

di Roberta Maciocci

nuvolari  (2).jpg

Decimo possiede “un dono”. Non c’è da invidiare chi sappia fare una cosa meglio di un altro, perché ognuno, si spera, è capace di primeggiare in qualcosa. Magari senza neanche esserne consapevole. Oppure, invece di patire che altri siano più bravi in altre cose, è lecito essere orgogliosi, senza presunzione, di essere bravi in quella cosa specifica. Continue reading “Il Meccanico di Nuvolari, ovvero un ritorno al Futuro/Passato (senza la DeLorean)”

Quando la cultura è erotismo

di Agostino Casaretto

prsia-sex-erotika-spodne-pradlo-clanokW.jpg

La prima regola per diffondere la cultura, secondo il noto psicanalista-scrittore Massimo Recalcati, è erotizzare la parola nell’insegnamento. Gli insegnanti devono vaccinare i ragazzi contro l’ignoranza con la cultura, aiutarli a salvarsi dalle varie forme di dipendenza psicologica legata alla schiavitù della moda, degli oggetti, del cellulare. Continue reading “Quando la cultura è erotismo”

La lettura: “guerra di non dipendenza” da fame di connessione virtuale (ovvero della sana solitudine)

di Roberta Maciocci

dipendenza da iperconnettività 2.jpg

Prendendo spunto dall’ultimo libro dello scrittore britannico Matt Haig, che si intitola Come fermare il tempo, si può cogliere l’occasione di tornare su un tema magari sperequato ma fortemente attuale: quello dell’ansia ormai comune a tutti noi, nessuno escluso, di mantenersi sempre in contatto con il mondo esterno e con gli altri. Ormai però quasi esclusivamente attraverso internet e gli strumenti di comunicazione e non più, come in epoche meno tecnologiche vivendo una realtà che non sia accompagnata dall’aggettivo “virtuale”. Continue reading “La lettura: “guerra di non dipendenza” da fame di connessione virtuale (ovvero della sana solitudine)”

I Visionari: sciocchi e artistoidi o illuminati e lungimiranti?

di Roberta Maciocci

Visionario 1.jpg

L’Accademia della Crusca, l’Eminenza in campo soprattutto di cosa e come si scrive e si dice e cosa non è concesso, si è recentemente pronunciata sull’accezione negativa o meno del termine Visionario nel corso dei secoli.

Continue reading “I Visionari: sciocchi e artistoidi o illuminati e lungimiranti?”

Gerda Taro, prima fotogiornalista morta in guerra, raccontata nel libro “La ragazza con la Leica”

di Nicolò Palmieri

image2 (1).jpeg

Il romanzo di Helena Janeczek ha vinto il Premio Strega 2018, e ricostruisce la storia di Gerda Taro, fotografa tedesca di origini ebree polacche che morì a 26 anni durante la Guerra civile spagnola, investita da un carro armato: è considerata la prima fotogiornalista donna a essere morta in guerra. Continue reading “Gerda Taro, prima fotogiornalista morta in guerra, raccontata nel libro “La ragazza con la Leica””

L’Accademia della Crusca traduce l’anglicismo follow-up

di Cristina Peretti

accademia della crusca out out magazine 1.jpg

Rispondendo a una domanda della lettrice Emanuela R., l’Accademia della Crusca spiega come l’anglicismo follow-up sia entrato nell’uso corrente della nostra lingua e quali sono gli ambiti di diffusione, oltre quello medico, in cui è maggiormente utilizzato. Continue reading “L’Accademia della Crusca traduce l’anglicismo follow-up”