È passato molto tempo. Il nuovo romanzo di Andre Dubus III potrebbe diventare un film

di Beatrice Andreani

Dubus III - OutOutMagazine (1).jpg

Il passato ritorna, sì, anzi, una delle mie citazioni preferite è di Faulkner e dice Il passato non è neanche passato. Amo moltissimo la parola remember, ricordare, perché il suo contrario non è dimenticare, ma dismember cioè disintegrare.

Sonore vittorie e conquiste

di Roberta Maciocci

Vittorie sonore e conquiste 3.jpg

Le colonne sonore dei primi tre decenni del ‘900 sono ad oggi considerate grandi capolavori. Basti pensare ad Over the Rainbow, interpretata da Judy Garland in Il Mago di Oz (1939), di Harold Arlen e Yip Harburg, oppure la colonna sonora di Via col vento, sempre del 1939 ad opera di Max Steiner. Indimenticabili e suggestive, considerando che in quel periodo oltretutto Hollywood produceva mezzo migliaio circa di pellicole all’anno.

L’arteficio nel discorso

di Agostino Casaretto

Eugene_de_Blaas_The_Friendly_Gossips.jpg

La figura retorica o schema del discorso, non è altro che un qualsiasi artificio nel discorso volto a creare un particolare effetto. Un esempio di questo potrebbe essere l’aposiopesi cioè quando in un discorso lasciamo qualcosa in sospeso che pur essendo chiara, la conclusione è lasciata alla immaginazione.

Il romanzo di Jim Thompson per una seconda volta al cinema. Lanthimos torna alla regia con Pop. 1280

di Beatrice Andreani

Pop.1280 - OutOutMagazine (1).jpg

E’ reduce dal successo de La Favorita, Yorgos Lanthimos (per questo film, Olivia Colman ha vinto il Premio Oscar come migliore attrice). Deadline ha da poco reso nota la notizia che il regista dirigerà la trasposizione cinematografica del romanzo giallo di Jim Thompson, volume uscito nel ’64.