“Nuove mappe del Paradiso”: l’autobiografia “ucronica” di Makkox

Le vignette politiche (e non) di Marco- Makkox- Dambrosio trovano spazio nella sua autobiografia “Nuove mappe del Paradiso”. Un’opera piena di ricordi senza tempo, passati e presenti, che lui stesso descrive “ucronica”.

Classe 1965, Makkox deve parte del suo estro creativo, o almeno l’inizio del suo percorso artistico, alla zia professoressa di scenografia. Anche se i fumetti, confessa, li comprava sua madre: “Diabolik, Tex, Alan Ford […] Ma è dopo aver conosciuto Andrea Pazienza che i fumetti hanno preso la forma e la consistenza della vita, delle cose conosciute, delle strade e dei marciapiedi.”

Nel 2007 arriva il debutto come fumettista e il successo online delle prime strisce, inizia una collaborazione con vari quotidiani e con Coniglio Editore, grazie alla quale pubblica il suo primo libro a fumetti, Le [di]visioni imperfette (2009). Dal 2013 al 2017 è l’ospite fisso della trasmissione di Rai 3 Gazebo, e anche l’autore, mentre dal 29 settembre 2017 partecipa e crea, assieme a Diego Bianchi, Propaganda Live.

“La mia non è satira politica, ma non ditelo in giro”.

Sono gli anni in cui l’artista parla (e scrive) davvero di tutto: di satira, di televisione, di politica, di Italia ma anche del resto del mondo. Ed è proprio grazie a questo lavoro matto e disperatissimo che arriva la sua autobiografia: Nuove mappe del Paradiso. Scritta insieme a Nicola Mirenzi ed edita da People, con prefazione dell’editore e amico Pippo Civati, il libro ha ben 240 pagine di fumetti in bianco e nero nei quali l’autore riesce veramente a sviscerare gli argomenti più disparati.

In Nuove mappe del Paradiso, Makkox parla anche del suo rapporto con il denaro e di come lo gestisce: “Di me, quando morirò, scriveranno: se ne è andato povero. Io i soldi li spendo, me li mangio. I soldi sono un modo per accedere alle cose che mi fanno felice”.[…] “Coltivare un talento diventa economia. Non si tratta solo di sostenere un artista. Il talento si esprime in tantissime forme- dice il fumettista- Tutto può diventare economia. Se le persone si realizzano, se riescono a fare quello che vogliono fare, quello che sanno fare, ti ritrovi con una società più felice.”

Ora lo possiamo ammettere, Marco Dambrosio è davvero un’artista a tutto tondo e non vediamo l’ora che ci regali altre opere come questa.

di Marta Frugoni

Rispondi