cultura xhosa

Scegliere il proprio abito da sposa, costituisce quasi una procedura rituale per un matrimonio. In Occidente è usuale il classico abito bianco, ma se si cambiasse luogo? Se questo luogo fosse circondato da deserti, safari e spazi mozzafiato come quelli sudafricani? Il mix di culture e religioni del Sud Africa, è stato il trampolino di lancio per la realizzazione di una varietà di abiti tradizionali bellissimi. Proprio all’interno della cultura Xhosa, l’ età e la posizione che si occupa nella scala sociale è deducibile dagli abiti indossati. L’abbigliamento femminile ad un matrimonio, comprende spesso gonne lunghe e grembiuli in tessuti stampati preziosi o ricamati. Gli accessori più utilizzati sono splendide collane di perline, chiamate ithumbu, indossate spesso come braccialetti e cavigliere. A completare l’outfit c’è l’iqhiya, ovvero il velo e l’ensemble, un mantello ricamato con minuzia che si posa intorno alle spalle.

zulu

Il vestiario Zulu

Nel caso della cultura Zulu, le donne sono invece usuali indossare abiti convenzionalmente diversi nelle diverse fasi della loro vita. Nel corso di un matrimonio, le giovani donne vestono con capelli molto corti e sfilando con una gonna con giunco, impreziosito da perline. Donne in carriera invitate alla cerimonia,  coprono invece il seno e, in genere, portano capelli lunghi e setosi. Una donna sposata non è abituata a scoprire il proprio corpo, ma ad adornarlo e coprirlo come se avesse già deciso che ruolo avere nella scala sociale. La donna sposata, durante la fase rituale e spirituale, copre il proprio seno con un panno o con un gilet di cotone, a sua volta con decorazioni floreali e perline colorate, a dimostrazione della grande solarità di tutta l’Africa. Comunemente, l’ornamento più simbolico, è quello dell’acconciatura: i capelli a forma circolare, chiamati izicolo, vengono portati con galanteria dalle donne sposate. Questa acconciatura era, in origine, fatta con erba e cotone, materiali che misuravano fino a un metro di distanza per preservare la donna che li indossava dai raggi del sole.

nozze.jpg

L’outfit indiano in Sudafrica

Spesso si sceglie l’Africa non tanto per celebrare le nozze, ma per festeggiare la cerimonia. Traveldesign, a tal proposito, si occupa di organizzare viaggi di nozze in Sudafrica, coinvolgendo tutti coloro che sono interessati all’approccio multietnico del popolo più colorato che esista. Il popolo sudafricano vede anche come protagonisti di numerosi matrimoni gli indiani, i quali usano conservare il loro patrimonio culturale e le loro credenze religiose adattandole parzialmente al contesto in cui si trovano. A causa di ciò, l’abbigliamento occidentale viene indossato continuamente, mentre gli abiti più legati alla tradizione indiana, come i bei sari e sherwanis, sono in genere dedicati ad occasioni speciali come i matrimoni. I vestiti indiani godono di colori sgargianti come il rosso o il verde e sono, nella maggior parte dei casi, arricchiti da numerose campanelle, orecchini e disegni fitomorfi sulla pelle.

Rispondi