Quando sarebbe meglio restare a casa. Non sposate le mie figlie 2

di Agostino Casaretto

Non-sposate-le-mie-figlie-2.jpg

Abbiamo assistito ieri alla prima del film Non sposate le mie figlie! 2 e ci siamo pentiti di aver perso una serata casalinga molto più proficua di questo film.

Pensavamo  di essere in difetto non avendo visto il primo (Non sposate le mie figlie!) di questa (sembra) saga, ma se quel film, che ha incassato 150 milioni di euro, era come questo, ci chiediamo cosa avrà trovato il pubblico in quel film per premiarlo così tanto al botteghino?

coverlg_home (2).jpg

Quello di ieri è un film, almeno all’inizio, molto confusionale e montato malissimo; un’attrice che interpreta una delle quattro figlie della famiglia Verneuil, nella prima fase del film, commette un errore che nemmeno un attore di una filodrammatica commette, cioè guarda gli attori che devono dire la battuta, prima che essi la dicano, come per dirgli tocca a te, naturalmente perché lei sapendo a memoria il copione sa quale attore dovrà intervenire. Per quanto riguarda la storia, che raramente ha delle trovate divertenti, è quella di una famiglia con quattro figlie che hanno scelto di avere come mariti il mondo, infatti una è sposata con un israeliano, un’altra con un senegalese, una un  musulmano di origini algerine e l’ultima con un cinese. Queste quattro famiglie decidono di andare via dalla Francia perché a dir loro non si può più vivere in quella Nazione per vari motivi, con estremo disagio dei genitori delle ragazze che invece vorrebbero che restassero in Francia perché al contrario non potrebbero più godere della vicinanza dei nipoti e delle nipotine.

Quindi tutto il film si basa sulla sceneggiata che organizzano i suoceri nei confronti dei generi per convincerli a restare. Un film che loda la Francia, le migrazioni e soprattutto il suo Presidente, Macron. Il regista, Philippe De Chauveron spesso non è riuscito a convincerci del suo operato, gli attori molto spesso ci sono sembrati distratti, insomma un film da perdere sicuramente. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano è distribuito dalla iiF e dalla LMG distribuito dalla 01 Distribution è da ieri nelle sale cinematografiche.

Rispondi