di Roberta Maciocci

Black Widow 1.jpg

Il mondo del cinema, estremamente vasto, quindi inversamente proporzionale ai paesi piccoli dove la gente mormora, per certi versi ne presenta le stesse caratteristiche. Pettegolezzi, gossip, storie d’amore nate sui set o attribuite alla star di turno da paparazzate e Photoshop selvaggio.

Black Widow non sarà vietato ai minori. Il prossimo cinecomic della Marvel non verrà marchiato dalla R di R-rated, il divieto ad un pubblico minorenne, al contrario di quanto serpeggiava da voci di corridoio. Rumours smentiti direttamente da Kevin Feige, presidente del colosso della comunicazione.

Black Widow 2.jpgLa pellicola sarà diretta dalla regista australiana Cate Shortland, regista, per citarne uno, di Lore (2012), pluripremiato film ambientato nella Germania nazista, e della vedova nera, Natasha Romanova, vestirà i panni nuovamente la bella Scarlett Johansson.

Lasciando da parte la fidelizzazione degli spettatori alle trasposizioni cinematografiche dei supereroi nati dai fumetti, e alla delusione che anche i più giovani avrebbero potuto provare nel non poter assistere a questo nuovo episodio della saga complessiva, verrebbe da chiedersi come mai esistano ancora, per film sconci o estremamente crudi, tali restrizioni. Quello che segue sembrerebbe un ragionamento da persona anziana, di qualcuno attempato che si sconvolga del lassismo dei tempi correnti, ma è abbastanza bizzarro che si ipotizzi, a meno che non si tratti di un pettegolezzo peraltro nato dal nulla, di vietare un film di comics quando, on demand o meno, qualsiasi ragazzino che abbia a disposizione un divano, un televisore e un telecomando, appena tornato da scuola e non in fascia non protetta, può assistere a spettacoli spesso di dubbio gusto.

Finita la tirata da “si stava meglio quando si stava peggio”, una notizia che invece pare essere comprovata: il film dovrebbe uscire nel 2020 e le riprese, che sarebbero dovute iniziare ad aprile prossimo, saranno posticipate al mese di giugno, per modifiche alla sceneggiatura.

Rispondi