Carta canta a New York: 100 milioni di dollari da Sotheby’s

di Roberta Maciocci

Lavori su carta e opere di artiste 1.jpg

Lavori su carta ed opere di artiste: nell’ultima settimana di gennaio disegni ed opere di ingegno artistico femminile hanno sbaragliato un record di vendita presso Sotheby’s, la più famosa casa d’aste.

In un’epoca basata sul digitale e sulla riproduzione all’ordine del giorno non c’è da stupirsi, o meglio si rafforza il valore delle eccellenze artistiche, molto spesso italiane che hanno contribuito al realizzo di ben 100 milioni di dollari: questo l’introito dell’ultima settimana di gennaio per le vendite di disegni ed opere d’arte, per lo più ad opera di artiste.

Tra i vari tesori, 795 mila dollari sono andati a un disegno di Leonardo, la “Battaglia di Anghiari”, opera che era andata dispersa; quasi la stessa cifra si è aggiudicato un soldato raffigurato da Raffaello.

Lavori su carta e opere di artiste 2Cifra da capogiro, 8,2 milioni di dollari per uno studio di nudo ad opera di Rubens, facente parte, insieme ad altri undici masterpiece, della collezione reale di Guglielmo II d’Olanda, e il milione e mezzo di dollari è andato ad un ritratto a matita rossa, autore il Carracci, raffigurante un giovane uomo.

Il contributo a questo jackpot è stato apportato da 11 capolavori di gentili signore, tra le quali le italiane Fede Galizia, artista secentesca,  con una natura morta minuziosamente raffigurata, e Giulia Lama, autrice di un dittico biblico che ha raggiunto la stima di quasi mezzo milione di dollari.

Lavori su carta ed opere di artiste, con la “sorpresa” di veder sfiorare appena in eccesso la stima alta una realizzazione di Artemisia Gentileschi, mentre miglior fortuna, 3,2 milioni di dollari con una “Caduta degli Angeli Ribelli” si è aggiudicato, sempre per utilizzare un termine d’asta, il padre dell’artista, Orazio Gentileschi.

Rispondi