Il para polsi, polsi, po

di Agostino Casaretto

luca sofri.png

Mentre scriviamo, si sa, gli avvenimenti che accadono nel mondo ogni secondo sono talmente tanti che qualsiasi giornale o telegiornale, nonostante i vari inviati speciali, non potranno mai essere aggiornati istantaneamente senza correre il rischio di essere superati.

Ciò premesso, quando si prendono in considerazione le cosiddette rassegne stampa si capisce bene che il loro valore lascia il tempo che trovano, e i motivi hanno varie facce: il primo motivo è appunto quello che la rassegna stampa arriva in ritardo rispetto agli avvenimenti accaduti; se poi si facesse una rassegna stampa per aiutare le persone a capire quello che scrivono i vari giornalisti sui giornali significherebbe che i giornalisti dovrebbero cambiare mestiere.

francesco costa.jpgSe si facessero le rassegne stampa per decifrare a modo proprio quello che è stato scritto sui vari giornali, tanto da spiegarlo con la propria filosofia, secondo il proprio modo di vedere le cose, significherebbe voler deviare il lettore da quello che i giornalisti hanno scritto secondo il loro punto di vista e secondo, soprattutto, il concetto che l’editore di quel giornale, tramite il giornalista ha voluto far arrivare al lettore; se poi si facessero e si fanno per mettere a confronto i vari punti di vista dei vari giornali si deve considerare chi è il rassegnatore e quali giornali vengono scelti per essere messi a confronto, quindi, anche in questo caso le varie rassegne stampa, sono fatte per far arrivare a chi ascolta l’idea politica o sociale di chi conduce la rassegna. Nell’ambito di questo ragionamento l’ideale sarebbe che ogni giornalista riuscisse a riportare onestamente, sui vari giornali, la fotografia esatta di quello che accade senza interferenze politiche e di convenienza legate al discorso, detto alla romana, “che se deve fa pe magnà”, cosa utopistica sicuramente.

Dopo tutta questa premessa vogliamo ricordare, comunque, agli amanti delle rassegne stampa, che da qualche giorno è tornata, in diretta dal Circolo dei lettori di Torino, la rassegna stampa di Luca Sofri e Francesco Costa. Come sempre, il direttore e il vice direttore del POST commenteranno le notizie del giorno spiegando i meccanismi dell’informazione in modo serio ed umoristico quindi piacevolmente.

Rispondi