La metamorfosi dell’uomo d’oggi attraverso la pittura di Ennio Calabria

di Agostino Casaretto

untitled.pngennio calabria foto 2.pngUn evento d’arte importante e interessante, che rende omaggio a uno dei più grandi artisti italiani, si sta svolgendo nelle sale di Palazzo Cipolla a Roma . Una mostra organizzata e voluta dal Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele.

Promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e realizzata  da POEMA, in collaborazione con l’Archivio Calabria e con il supporto tecnico di Civita Mostre,  curata da Gabriele Simongini. Una grande rassegna antologica dedicata ad uno dei rappresentanti più importanti del figurativismo europeo, a sessant’anni dalla sua prima mostra personale (Galleria la Feluca, Roma, novembre 1958).

Ennio Calabria foto 1Festeggiare con la presentazione di una ottantina fra quadri (molti realizzati per l’occasione) e pastelli, Ennio Calabria, mostrando il percorso di un grande protagonista della figurazione visionaria ed esistenziale italiana ed europea è sicuramente doveroso oltre che piacevole. Poter gustare le sue opere ricche di una complessa ed irrequieta vitalità pittorica e colme di una forza immaginifica che va a braccetto con una lucidissima speculazione filosofica e antropologica sarà un piacere. Ennio Calabria afferma che la sua pittura oggi “si deve porre come qualcosa che si sente, non come qualcosa che si capisce” In pratica Calabria in quest’ultimo periodo dipinge quadri che riescono a dare immagine al processo di mutamento della nostra società e dell’uomo indicando le sue metamorfosi future. Per lui la pittura ha prima di tutto un valore testimoniale,una pittura di “storia” dunque. Consigliamo di andare a vedere questa mostra per potersi rendere conto di persona di quale grande livello artistico sono colmi i quadri di questo nostro grande pittore.

Rispondi