Nick Redman: Hollywood dice addio ad un mito della musica

di Francesco Amato

outout1 (18).jpg

Dopo due anni di lotta contro il cancro, Nick Redman non ce l’ha fatta. Il compositore è morto all’età di 63 nell’ospedale di Santa Monica, negli Stati Uniti.

Redman era ricordato per aver prodotto numerose colonne sonore e documentari, tra i quali il più famoso è stato sicuramente The Wild Bunch: An Album in Montage, che parlava del controverso film di Sam Pekinpah, e che venne candidato all’Oscar nel 1996. Realizzò, come regista, il documentario A turning of the Earth: John Ford, John Wayne and The Seachers, documentario sulla realizzazione del classico western, che vinse numerosi premi in tutto il mondo.

outout3 (17).jpgOltre ai lavori nei documentari, Redman era riconosciuto per il suo lavoro nel restauro sonoro di molti classici di Hollywood, lavorando a centinaia di colonne sonore per la 20th Century Fox. Grazie al suo lavoro, venne premiato con un premio speciale, nel 1994. In quegli anni, Redman lavorò con i più grandi compositori in circolazione, come Hans Zimmer, Jerry Goldsmith, John Williams e Alfred Newman.

Nato a Wimbledon, nel sud-ovest di Londra, Redman lavorò per alcuni anni nel Ministero della Difesa Britannico, per poi studiare recitazione, lavorando anche con la BBC, prima di trasferirsi definitivamente negli Stati Uniti.

Rispondi