di Francesco Amato

outout1 (16).jpg

Hollywood piange la scomparsa di Verna Bloom, scomparsa all’età di 80 anni. L’attrice americana viene ricordata in particolare per il ruolo di Marion Wormer, moglie fedifraga e dedita alla passione per l’alcool nel cult del 1978, diretto da John Landis: Animal House.

Verna Bloom iniziò la sua carriera in teatro, continuando a lavorarci per molti anni, per poi iniziare a collaborare con varie produzioni televisive. La svolta cinematografica della sua carriera avviene nel 1969, quando l’attrice viene scelta per il ruolo della protagonista femminile in America, America, dove vai? film drammatico diretto da Haskell Wexler. Successivamente interpreta sé  stessa nel film documentario Scene di strada 1970, di Martin Scorsese, con il quale lavorerà anche in altre pellicole. Nonostante non abbia lavorato a molti film per il cinema, ebbe l’occasione di collaborare con grandi registi come Clint Eastwood in Lo straniero senza nome e Honkytonk Man, e in altre due occasioni con il già citato Scorsese, in film cult come Fuori orario, dove interpreta la folle artista newyorkese June, e L’ultima tentazione di Cristo nell’importante ruolo di Maria.

outout2 (13).jpgIl suo ruolo in Animal House non fu solo il ruolo più amato dai fan, ma anche dalla stessa attrice, come ha ricordato suo marito, Jay Cocks, sceneggiatore di film come L’età dell’innocenza e Gangs of New York. Cocks ha infatti dichiarato: “Ogni film era un’avventura per lei, ma Animal House, non c’è dubbio, fu di gran lunga la più divertente. Ogni volta che tornava a casa dopo le riprese, raccontava di come si sentisse euforica mentre girava con John Landis”.

L’attrice apparve per l’ultima volta nelle vesti di attrice nel 2003, nel documentario Where are they now? A Delta alumni update, realizzato per celebrare i 25 anni dall’uscita di Animal House.

Secondo quanto dichiarato dal portavoce dell’attrice, Verna Bloom è deceduta a Ben Harbor, nel Maine, per complicazioni da demenza senile.

Rispondi