Il polo museale Muciv cambia volto. A capo del progetto architettonico il gruppo Isola

di Beatrice Andreani

Polo museale Muciv Roma- OutOutMagazine (1).jpg

Riunire preziosi reperti come il cranio dell’uomo di Neanderthal in uno spazio allestito secondo canoni di restauro architettonico moderno: è il polo museale Muciv di Roma. Il gruppo Isola Architetti, in partnership con Milan ingegneria e Prisma engineeting, si occuperà della progettazione del riallestimento delle quattro sedi del complesso con l’obiettivo di trasformare il Muciv nel più importante Museo Italiano di questo genere.

Saranno riunite in un unico organismo il Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico “Luigi Pigorini”, il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, il Museo Nazionale dell’Alto Medioevo e il Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”.

Polo museale Muciv Roma- OutOutMagazine (2).jpg

Ciò di cui si occuperà Isola sarà progettare le sezioni dedite all’esposizione delle arti orientali, studiare la riorganizzazione della comunicazione delle collezioni e ripensare la macchina dei servizi d’accoglienza.

Spiega Isola: “Rivolgeremo una speciale attenzione ai servizi e in particolare alla grande libreria museale e alla caffetteria ristorante che potranno anche servire ai visitatori della vicinissima nuvola di Fuksas”.

Il lavoro degli architetti sarà in stretta collaborazione con Filippo Maria Gambari, nuovo direttore del Museo e archeologo di lunga esperienza.

Rispondi