di Beatrice Andreani

Amici come prima- OutOutMagazine (1).jpg

Tornano in coppia, dopo un sodalizio ventennale, per Amici come prima, Massimo Boldi e Christian De Sica (autore del soggetto assieme a Brizzi, Martani, Falconi e Bardani).

Dopo tredici anni di separazione eccoli di nuovo in una pellicola il cui stile riporta indietro negli anni.

Nessun litigio li ha separati nella vita privata, De Sica lo ha sempre sottolineato: “Non si è trattato di un litigio tra noi due. Il fatto è che lui firmò un contratto con la casa di produzione Medusa e io rimasi con Aurelio De Laurentis. Questo fatto impedì per molti anni che girassimo un film assieme, ma il rapporto personale tra di noi non ne è mai stato danneggiato”.

Amici come prima- OutOutMagazine (2).jpg

Non si tratta comunque di un Cinepanettone vero e proprio. Il film ha dietro di sé una trama abbastanza solida ispirata alla tradizione della commedia all’italiana. Doveva inizialmente essere una pellicola di stampo drammatico ma la produzione ha optato poi per un leggero prodotto natalizio.

Boldi e De Sica giocano sul loro lungo divorzio artistico. Nella trama sono inserite delle vicende che faranno sì che i due amici si riavvicino attraverso una serie di stratagemmi estrosi e pungenti. Per riunirsi all’amico Boldi, il personaggio interpretato da De Sica sarà costretto a travestirsi da donna e a fingersi una bizzarra badante.

Li rivedremo finalmente insieme il 19 dicembre.

Rispondi