di Beatrice Andreani

Il ritorno di Marry Poppins - OutOut Magazine (2).jpg

Emily Blunt veste i panni di Mary Poppins nel sequel dedicato alla tata più famosa del cinema.

Il film, molto apprezzato negli Usa, ha sorpreso la critica che lo ha definito “accogliente”, “magico” e “gioioso”, e ha confermato la bravura dell’attrice che, non senza una certa dose di responsabilità, ha preso il testimone dall’eredità di Julie Andrews, icona del personaggio stesso grazie alla consacrazione nella pellicola del ’64.

Il ritorno di Marry Poppins - OutOut Magazine (3).jpg

Ritroviamo i bambini Banks, Michael (Ben Whishaw) e Jane (Emily Mortimer), ormai adulti, nella Londra degli anni Trenta. Michael, avvilito dalla dolorosa perdita della moglie, vive ancora con i suoi tre figli nella villetta di Cherry Tree Lane, dove è cresciuto insieme a sua sorella.

Mary Poppins torna quindi portando energia e un po’ dell’ottimismo perso, grazie alle sue capacità e a quell’atmosfera incantata ed enigmatica che caratterizza la sua figura tratta dal romanzo di P.L. Travers del 1934.

Nel cast anche Lin Manuel Miranda nel ruolo di Jack e altri diversi nomi abbastanza rilevanti come Meryl Streep, Colin Firth e Dick Van Dyke che, dopo cinquantaquattro anni, sarà Mr. Dawes Jr.

Il Ritorno di Mary Poppins, diretto da Rob Marshall (regista anche di Into the Woods e Chicago), uscirà nelle sale italiane il 20 dicembre.

Rispondi