Natale a 5 stelle, dalla sala a Netflix: il mood dei cinepanettoni non cambia

di Serena Valente

Natale-a-5-Stelle-0.jpg

Natale che viene, cinepanettone che va. Una nuova commedia natalizia firmata Netflix quella di Vanzina, che sarà disponibile ai 160 paesi usufruenti del servizio dal 7 dicembre.

Alla vigilia di Natale una delegazione politica italiana va in visita ufficiale in Ungheria. Il premier Franco Rispoli (Massimo Ghini) oltre ai vari incontri politici, ha intenzione di passare una notte di passione con la deputata del Pd Giulia Rossi (Martina stella). Nella suite scelta per la focosa notte è tutto pronto: ostriche, champagne, e molto altro, e il patto Cinquestelle-Pd sembra essere quasi pronto. Ma quando i due politici si incontreranno nella stanza scopriranno di non essere soli: un misterioso cadavere si nasconde in quella stanza. Per sbarazzarsi del corpo e non creare scandali i due chiederanno aiuto al tuttofare di Rispoli, Walter (Ricky Memphis), che dovrà tenere a bada non solo un possibile scandalo dovuto al cadavere e alla scoperta della notte d’amore tra i due, ma anche alla moglie di Rispoli (Paola Minaccioni) arrivata improvvisamente in Ungheria.

maxresdefault (6).jpg

Un film che vuole essere comico e tagliente, giocando su quella che è oggi la situazione politica italiana, con il linguaggio classico del genere della regia. Se il premier Rispoli può ricordare Conte, la deputata Rossi ricorda invece la Boschi. “Essere con una commedia italiana che racconta l’Italia di oggi è una grande occasione ed una grande responsabilità”, dicono Enrico Vanzina e gli attori protagonisti. La sceneggiatura era stata scritta con Carlo prima che morisse, e come aggiunge il fratello Enrico “penso sia proprio il film che mio fratello Carlo avrebbe voluto vedere”.

Netflix ancora una volta dimostra la sua potenza: dal grande cinema italiano ai cinepanettoni, senza farsi mancare nulla; e il genere, un po’ odiato ma altrettanto amato dagli italiani, si dimostra ancora un cliché del periodo natalizio.

Rispondi