Animali fantastici – I crimini di Grindelwald: un atto secondo privo di sostanza

di Valerio Serafini

animalifantastici.outoutmagazine.1.jpeg

Il 16 novembre 2018 uscirà nelle sale italiane il secondo capitolo della saga spin-off della celebre serie cinematografica Harry Potter, ovvero Animali fantastici – I crimini di Grindelwald (Fantastic Beasts: The Crimes of Grindelwald).

Il film è il sequel di Animali fantastici e dove trovarli del 2016 e, dietro alla cinepresa, troviamo di nuovo David Yates, mentre della sceneggiatura si è occupata, come aveva già fatto nel 2016, J. K. Rowling. La storia prende le mosse dalla situazione in cui si viene a trovare il protagonista Newt Scamander (Eddie Redmayne), dopo gli eventi accaduti nella pellicola precedente. Nonostante che il magizoologo sia confinato a Londra, su richiesta del suo vecchio professore Albus Silente (Jude Law), decide di recarsi illegalmente a Parigi alla ricerca di Credence (Ezra Miller), oggetto del desiderio del perfido mago Gellert Grindelwald (Johnny Depp).

animalifantastici.outoutmagazine.2.jpeg

Qui Scamander si ricongiungerà con i vecchi compagni di avventura del primo film, ma la formazione non ritroverà la coesione passata. Ai volti già noti si affiancheranno nuovi personaggi e, oltre al già citato Albus Silente in una nuova e giovanile veste, ci sarà Leta Lestrange (Zoë Kravitz), vecchia fiamma del protagonista, ora fidanzata del fratello di questi.

Questa nuova saga della scrittrice Rowling è decisamente meno esplosiva e dinamica rispetto alla serie incentrata sul personaggio di Harry Potter e, inoltre, si permette il lusso di lasciare per strada un capitolo, questo secondo (di una saga che sarà costituita complessivamente da 5 capitoli), esplicitamente di collegamento tra due storie e che offre ben poca cosa a livello di trama e avvenimenti.

Rispondi