Omaggio a Patrice Chéreau

di Agostino Casaretto

patrice chereau scala.jpg

Fino al 29 novembre, al Teatro alla Scala di Milano, gli amanti dell’opera contemporanea potranno godere di un evento grandioso creato per omaggiare il grande regista, attore e sceneggiatore Patrice Chéreau a 5 anni dalla sua morte.

Si ricreerà l’allestimento dell’Elektra di Richard Strauss che tanto successo ebbe nel 2013 grazie al talento dello scomparso regista. Un uomo che con la sua fantasia poetica e con lo sfruttamento perfetto degli spazi e dei volumi creò, supportato dall’intuizione e dal gusto del suo abituale collaboratore Richard Peduzzi, un allestimento che, ripetuto nel 2016, quando il regista era già scomparso, al Metropolitan Opera di New York fece dire al noto critico del New York Times Anthony Tommasini che quello era “una pietra miliare nell’allestimento operistico del nostro tempo”.

patrice chereau fotoPer questa edizione è stato scelto un cast di eccezione con un direttore d’orchestra sicuramente all’altezza dell’evento, Christoph von Dohnanyl, protagonista della vita musicale e teatrale attuale e le splendide voci, affermatissime nel panorama lirico internazionale, di Ricarda Merbeth (Elektra), già protagonista alla Scala come Leonora nel Fidelio, Waltraude Meier (Klitamnestra), una cantante che è di casa al Teatro alla Scala per aver partecipato, con la sua splendida voce, a sei inaugurazioni di stagione del Teatro. Ritorna anche Michael Volle (Orest) che aveva debuttato alla Scala nel 1998, sarà invece Roberto Saccà, un tenore la cui carriera internazionale sta per spiccare il volo, a ricoprire la parte di Aegysth , conclude questo cast meraviglioso Sabine Hangler (Chrysotemis).

E’ chiaro che questa, del ricordo di Patrice Chéreau a 5 anni dalla sua scomparsa, è un’occasione da non perdere per assistere ad una edizione sensazionale di questa Opera.

Rispondi