di Valerio Serafini

theoldmanandthegun.outoutmagazine.1.jpeg

Presentato nella Selezione Ufficiale della Festa del Cinema di Roma, The Old Man & the Gun, di David Lowery, è l’ultimo film in veste di attore per Robert Redford, che conclude così una carriera cominciata a soli ventuno anni. La pellicola è tratta dalla storia vera di Forrest Tucker, rapinatore seriale e genio della fuga dai carceri, su cui David Grann scrisse un articolo nel 2003 sul New Yorker, che è servito di base alla sceneggiatura.

In vecchiaia le gesta di Tucker si fanno ancora più spettacolari, dal momento che pur invecchiando l’elegante rapinatore non cessa la sua attività criminale, ma ostinatamente non violenta, e dimostra la sua dimestichezza nel mestiere con una fuga all’età di settant’anni dalla prigione di San Quentin. La correttezza con cui il protagonista svolge un mestiere per natura scorretto, quello, appunto, del rapinatore, senza infliggere violenza sulle vittime delle sue rapine, gli vale la stima del suo acerrimo nemico e inseguitore, l’investigatore John Hunt (Casey Affleck), nonché l’amore incondizionato di Jewel, interpretata da Sissy Spacek.

theoldmanandthegun.outoutmagazine.2.jpeg

Il regista statunitense omaggia la grande carriera di Robert Redford con un film che, a sua detta, riassume le varie sfaccettature di molti personaggi che l’attore ha interpretato negli anni: “Nella mia mente, Robert Redford e Forrest Tucker sono sempre stati legati in modo intrinseco. Ho visto ogni sorta di analogie con i vari personaggi che Redford ha interpretato nel corso degli anni, ma è stato solo quando ho lavorato con lui per Il drago invisibile che ho avuto l’occasione di conoscerlo personalmente. Questo mi ha permesso di cucirgli la parte addosso.”

The Old Man & the Gun ci regala, quindi, l’ultima prova attoriale di uno dei più celebri attori americani di sempre, condendola con l’umorismo tipico del gioco dell’inseguimento tra guardia e ladro, il quale rende, forse, meno doloroso il saluto a un grande del cinema come Robert Redford.

Rispondi