Tanya Wexler dirige il film d’animazione Girls With No Name. E la AtomkArt ne fa un fumetto

Girls With No Name -OutOut Magazine (1).jpg

“Siamo entusiasti di dare vita a Girls With No Name, sia come lungometraggio, sia attraverso la creazione delle pagine di un fumetto rivoluzionario guidato da un gruppo di artisti incredibilmente geniali, e siamo orgogliosi che il franchise veda protagonista una forte leadership femminile sviluppata da un team di donne estremamente talentuose. Girls With No Name è particolarmente speciale per Legion M dato che il titolo rappresenta la nostra prima incursione nell’editoria, e siamo produttori esecutivi del nostro secondo lungometraggio con Co-Op Entertainment come partner straordinario”.

E’ con queste parole che al Comic Con di New York, Terri Lubaroff (chief e responsabile dei contenuti per la Legion M) ha presentato il film d’animazione western Girls With No Name, prodotto dalla co-op Laura Ivey (Walking Out, Ithaca). A dirigere il cast prevalentemente al femminile è Tanya Wexler (già regista di Hysteria).

Laura Ivey e la stessa Tanya Wexler, cofondatrici di Co-Op Entertainment, hanno aggiunto: Girl With No Name è un progetto realizzato con passione, vanta una narrativa ricca di potenziale che deve necessariamente essere raccontata. Non vediamo l’ora di portare Girls With No Name sul grande schermo, e siamo entusiasti di collaborare in questo sforzo davvero speciale con la Legion M e i suoi appassionati proprietari”.

Girls With No Name - OutOut Magazine (2).jpg

Oltretutto, sviluppata da Dave Elliot, la storia prenderà vita sotto forma di un fumetto (pubblicazione – Legiom M– prevista per il prossimo anno) con il titolo di A1Shot, progetto AtomkArt.

Dietro alla creazione del fumetto, adattato alla sceneggiatura di Alex Ranarivelo, c’è un team, anch’esso prettamente femminile, tra cui Tula Lotay, che creerà le illustrazioni di copertina e che si è già occupata di illustrare il poster promozionale.

Rispondi