di Agostino Casaretto

coverlg_home.jpgCosa succede quando un rapporto sentimentale nasce da una bugia, specialmente se questa menzogna è talmente grande e puerile da dimostrare l’infantilità della persona che  si ama?

Come affrontare la verità se quella comporta il fatto di perdere la persona amata?

Soprattutto, come vincere i tabù che sono insiti nelle persone quando hanno a che fare con la disabilità? Tutto questo è stato analizzato in uno splendido film che dal  27 di questo mese potrete gustare nelle nostre sale cinematografiche con la raccomandazione di non perderlo assolutamente se vorrete passare un’ora e 47 minuti veramente piacevoli. Tutti in piedi è un film francese scritto, interpretato e diretto magnificamente da Franck Dubosc, con un cast di attori veramente bravi, in modo particolare Alexandra Lamy che è l’interprete principale femminile. Un film così delicato, umoristico, sentimentale che rappresenta la gioia di andare al cinema, un incontro con gli attori del film come  se fossero nostri parenti o amici, e la domanda che ci si pone al termine del film è: ma i disabili sono quelli che hanno un handicap o siamo noi? Ogni volta che ci si trova davanti ad una persona con una menomazione diventiamo degli stupidi, sia perché spesso non sappiamo quale termine usare, fra i tanti, malauguratamente, coniati per far sembrare meno grave la menomazione, sia perché pensiamo che le persone che hanno subito un incidente o una malattia siano diversi da noi, quando in effetti non lo sono, anzi spesso sono migliori di noi, e questo si evince da questo bel film che speriamo andrete a vedere.

coverlg.jpgFranck Dubosc ha confezionato una storia delicata e contemporaneamente divertente che per un caso vede Jocelin, un uomo benestante che si sente ancora un ragazzo, sempre alla ricerca di nuove avventure che non soddisfano assolutamente la sua vita dissoluta, avere un incontro con una donna affascinante, piena di interessi nonostante viva su una sedia a rotelle per un incidente automobilistico subito anni prima. Questo incontro folgorante, nato, però, da un malinteso iniziale creerà tante situazioni piacevoli, spiacevoli, umoristiche e sentimentali che metteranno a dura prova il carattere fragile di Jocelin. Il film è distribuito dalla Vision Distribution

Rispondi