EffectUs Effects: il Festival che ci svela la magia degli Effetti Speciali

di Corinne Vosa

IMG_6485Si è tenuta sabato 22 e domenica 23 settembre 2018 la quarta edizione dell’EffectUs Special Makeup FX Event, l’unico evento italiano dedicato a questo tema.

Trasformare un viso, un corpo, mutarne l’aspetto; dar vita a essere soprannaturali, meravigliosi o abominevoli, che come per incanto si materializzano davanti ai nostri occhi; far sembrare reale l’inverosimile; trasportarci nel mondo dell’immaginazione. Questo è il potere dei Special Make-up Effects.

L’iniziativa, promossa dall’associazione culturale EffectUs in collaborazione con Baburka Production, è nata per riunire tutte le figure che ruotano intorno a questo settore, creando uno spazio magico in cui professionisti, studenti e amatori possano confrontarsi e condividere la bellezza di questa arte.

Sono state due intense giornate all’insegna della fantasia e della passione: conferenze, workshops, dimostrazioni dal vivo, scultura dal vivo, proiezioni di cortometraggi, presentazioni di libri e, da non dimenticare, contest di Make-up Effetti Speciali, scultura e body painting.

sdrTanti i nomi importanti che hanno aderito, fra cui: il maestro Sergio Stivaletti, il più importante effettista italiano, oltre che regista e sceneggiatore, che ha segnato in modo particolare il genere horror; il sudafricano Clinton Aiden Smith,  fondatore della Cosmesis Studio, famoso per aver lavorato per film come Mad Max Fury Road, Resident Evil Final Chapter, I Guardiani della Galassia e World War Z; lo svedese Lars Carlsson, con 30 anni di esperienza e una forte passione per l’insegnamento e la condivisione delle sue conoscenze;  Luigi D’Andrea, che ha collaborato in produzioni come Il Racconto dei Racconti, la serie tv I Borgia e Assassin’s Creed; Valentina Visintin, che ha preso parte a importantissime produzioni internazionali, fra le quali Harry Potter 7, Il Racconto dei Racconti, Cloud Atlas, Prometheus, Ben Hur, X-Men L’inizio; Lucia Pittalis, che rifiuta l’uso delle protesi giocando sui chiaro – scuri del trucco e spingendo le tecniche di contouring fino all’estremo.

Preziose le tante riflessioni emerse: la preoccupazione di Stivaletti per la diaspora all’estero dei giovani professionisti italiani del settore; le difficoltà e i successi di Clinton Aiden Smith nel trovare soluzioni economiche e rapide per mandare avanti un settore costoso come questo in un paese povero come il Sud Africa, senza doversi invece affidare a case di produzione straniere, così da rivendicare la propria autonomia; le considerazioni di Valter A. Casotto sulle criticità che affliggono il mondo dell’arte, in cui negli ultimi decenni è avvenuta una scissione tra l’artista e l’artigiano, tra colui che ha l’idea e colui che fisicamente, grazie alle sue conoscenze tecniche e alla sua capacità intuitiva, la realizza.

L’esperienza spettatoriale dell’EffectUs Event si realizza in tre spazi divisi e ben congegnati: una sala museo in cui sono esposte le creazioni di vari professionisti del mestiere; la sala conferenza; il piano superiore che è adibito a tutte le dimostrazioni pratiche, fra cui i Make-up Contest e i Workshops, una sorta di spazio fieristico che agevola il dialogo diretto tra professionisti e amatori.

Un’atmosfera piena di energia e vitalità quella che si respirava all’EffectUs Event 2018. Un’esperienza senza dubbio da ripetere.

Rispondi