Netflix assiste con ansia all’acquisizione della Warner Bros

di Lorenzo Bagnato

Netflix Disney Warner Bros - outoutmagazine 1.jpg

Fece molto scalpore, qualche mese fa, la notizia dell’acquisto, da parte del gigante Disney, della storica casa cinematografica Warner Bros. Da allora, però, la trattativa non fu mai finalizzata in quanto entrò in gioco un terzo elemento: Comcast.

La proprietaria di Universal, nonché la maggiore TV via cavo degli Stati Uniti d’America, rilanciò l’offerta per l’acquisto, e tra Comcast e Disney iniziò una guerra fatta di rilanci economici e strategie finanziarie. Ad oggi ancora nulla sembra essere concluso, e tutto il mondo assiste con ansia alla risoluzione di tale ingaggio.

Netflix Disney Warner Bros - outoutmagazine 23.jpg

In particolare, però, Netflix è particolarmente ansiosa di sapere chi delle due verrà in possesso di Warner Bros. Secondo Dan Ives, infatti, “La guerra di rilanci e lo scorporo di alcune proprietà a più offerenti per superare eventuali ostacoli normativi, sarebbe una vittoria non indifferente per Reed Hastings, il non vedere tutti questi asset sotto un unico tetto, specie un tetto a marchio Disney […] Hulu e tutti i gioielli della corona della 21St Century Fox trasformerebbero Iger & Co. in un gigante che si posizionerebbe come vero rivale di Netflix in materia di contenuti, con delle capacità di distribuzione web uniche e una consapevolezza dei marchio senza pari.”. Non bisogna dimenticare, inoltre, che Disney ha da tempo annunciato la creazione di un proprio servizio Streaming On Demand, che metterebbe in ginocchio l’attuale gigante Netflix, considerando l’enorme quantità di contenuti che l’azienda di Topolino metterebbe a disposizione.

Una situazione a dir poco tesa, dunque, quella del multimiliardario acquisto della Warner Bros. Al momento nessuno sa come potrebbe andare a finire; non ci resta che aspettare con ansia e “tifare” per una risoluzione piuttosto che un’altra.

Rispondi