La quarta edizione del festival ToDays chiude l’estate torinese

di Agostino Casaretto

Torino-Todays.jpg

Con la presentazione, da parte del direttore artistico Gianluca Gozzi, ai giornalisti, è stato ufficialmente stabilito che la quarta edizione del festival ToDays, che chiude l’estate torinese, sarà dedicato principalmente ad un incontro tra passato e futuro che incontrandosi dialogano con una formula laboratoriale che permetterà al pubblico di non essere esclusivamente un soggetto pagante ma un utente attivo che viaggia negli spazi dedicati al festival (dallo Spazio 211  agli Arca Studios; dal Parco Peccei all’ex Fabbrica Incet; da  Plartwo alla galleria Gagliardi e Domke), diventando una comunità mentre vivrà i  luoghi che ancora non conosceva.

L’edizione 2018 sarà trainata da molte proposte interessanti che vanno da gli Editors ai War on Drugs, da due gruppi che hanno fatto la storia della musica come Echo & the Bunnymen e My Bloody Valentine o gruppi più undergound come King Gizzard and the Lizard Wizard , Ariel Pink compreso un palinsesto elettronico che include i Mouse On Mars e Mount Kimbie. Non mancheranno anche gli italiani come Cosmo , i Coma, Colapesce, Bud Spencer Blues Explosion, Maria Antonietta e Myss Keta.

Il ToDays rappresenta un’eccellenza per la città di Torino che organizza il festival attraverso la Fondazione per la Cultura con il contributo delle due fondazioni bancarie locali: Compagnia San Paolo e Fondazione CRT. Una estate torinese che, grazie anche al suo festival, attira sempre più gente che voglia ascoltare i concerti, svolgere attività ricreative e aggregative partecipando alla presentazione di libri, agli happening artistici e culturali, a mostre, talk e dibattiti. L’appuntamento naturalmente sarà per i giorni 24, 25, 26 agosto 2018 a Torino.

Rispondi