Buon viaggio, Carlo!

carlo vanzina-2.jpeg

È morto a Roma il regista Carlo Vanzina. Aveva 67 anni e sin da giovane si era dedicato al cinema. A dare la notizia la moglie Lisa e il fratello Enrico. “Nella sua amata Roma, dov’era nato, ancora troppo giovane e nel pieno della maturità intellettuale, dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia – si legge in una nota diffusa dalla famiglia – ci ha lasciati il grande regista Carlo Vanzina amato da milioni di spettatori ai quali, con i suoi film, ha regalato allegria, umorismo e uno sguardo affettuoso per capire il nostro Paese”.

Sarà ricordato soprattutto per le commedie dirette fra gli anni Ottanta e Novanta, fra cui Eccezzziunale… veramente, Io no spik inglish, Sapore di mare e molte altre. Il suo ultimo film è stato Caccia al tesoro, con Vincenzo Salemme e Serena Rossi.

Il cordoglio sul web

E in rete amici e colleghi pubblicano messaggi d’affetto per il regista. “Un signore del cinema. Rip” ha scritto su twitter Alessandro Gassman. Poi l’attore Carlo Verdone: “Mio caro amico, persona squisita, persona perbene, ha lottato per mesi come un leone. Sono veramente triste. Abbraccio Lisa, la moglie, e le sue figlie. E il fratello Enrico con tutto l’amore che ho. Buon viaggio Carletto mio adorato”. Quindi il regista Ferzan Ozpetek: “Carlo, ti sia lieve la terra”.

Anche il mondo della politica poi ricorda Carlo Vanzina. “Il cinema italiano perde un grande regista, capace di cogliere al meglio gli aspetti tipici della commedia all’italiana. Le sue pellicole hanno caratterizzato un’epoca. Le mie sincere condoglianze a familiari e amici”. Così l’ex premier Paolo Gentiloni ha ricordato Vanzina “regista simbolo dei film di Natale e non solo. Con leggerezza, raccontando Roma, ha raccontato le maschere dell’animo umano”

Rispondi