Macchine Mortali: la prima da regista per Christian Rivers

di Valerio Serafini

macchine mortali, outout, 1.jpg

Il neozelandese Christian Rivers, vincitore dell’Oscar per i migliori effetti speciali nel 2006, dirigerà Macchine Mortali, il suo primo film da regista, che è stato prodotto e sceneggiato da Peter Jackson.

Il primo lungometraggio di Rivers è ispirato al romanzo omonimo dello scrittore e illustratore britannico Philip Reeve. Protagoniste di un futuro apocalittico sono le città, che si combattono in una estenuante lotta per la sopravvivenza spostandosi su delle ruote gigantesche. Il personaggio principale, impersonato dall’attore irlandese Robert Michael Sheehan, è Tom Natsworthy, un giovane che lavora come assistente in un museo e che, al fine di salvare la vita a Thaddeus Valentine (Hugo Weaving), si ritrova nei Territori Esterni insieme a Hester Shaw (interpretata da Hera Hilmar), cambiando le sorti delle parti in gioco, le sue e quelle del mondo intero.

macchine mortali, outout, 2.jpg

Il film della Universal Pictures è stato girato dall’aprile del 2017 al luglio dello stesso anno e, se gli incassi al botteghino saranno sufficientemente soddisfacenti, l’azienda cinematografica statunitense porterà senza dubbio sullo schermo un sequel. Le aspettative sul film sono infatti molto alte, come si evince guardando al budget speso per la produzione di Macchine Mortali, che corrisponde a circa 100 milioni di dollari. Infine non possiamo che attenerci a questa atmosfera di trionfo annunciato che aleggia intorno alla pellicola e prepararci alla visione del primo film da regista di Christian Rivers.

Rispondi