Tra fusa e carezze Kedi – la città dei gatti, vi aspetta al cinema il 22 e 23 maggio

di Laura Pozzi

Kedi la città dei gatti-outoutmagazine1.jpg

Due giorni e una sola imperdibile occasione per non mancare al cinema Kedi – la città dei gatti originale documentario sulle mille anime del misterioso e affascinante mondo felino firmato dalla regista turca Ceyda Torun e distribuito da Wanted Cinema.

Un dichiarazione d’amore appassionata e un viaggio emozionante nella vita dei gatti che popolano le strade di Istanbul, divenuti sempre più espressione e componente imprescindibile della cultura e della quotidianità vigente nella capitale turca. Divisi tra due mondi quello selvaggio e quello domestico dispensano gioia e voglia di vivere nelle persone che scelgono di adottare. Un lavoro lungo e appassionato portato avanti dalla regista  insieme al direttore della fotografia Charlie Wuppermann che per ben due mesi, con l’ausilio di droni e macchine fotografiche speciali hanno effettuato riprese in vicoli bui e scantinati abbandonati per cogliere al meglio la loro filosofia di vita e per testimoniare lo speciale rapporto instaurato con gli abitanti sempre pronti a coccolarli e rispettarli come fossero antiche divinità.

Kedi la città dei gatti-outoutmagazine2.jpg

La Torun è rimasta profondamente colpita dallo speciale trattamento riservato ai milioni di gatti che con la loro presenza e il loro gironzolare per le case hanno saputo e sanno mirabilmente incarnare lo spirito di una metropoli. E’ lei stessa a confermare una realtà testata sulla propria pelle e divenuta parte integrante della sua persona. Vissuta ad Istanbul fino all’età di undici anni ha dichiarato come senza la presenza costante dei suoi amici a quattro zampe, la sua infanzia sarebbe stata molto più triste e solitaria, contribuendo a formare una persona molto diversa da ciò che è oggi. E’ curioso e sorprendente constatare che nonostante il passare del tempo e le inevitabili trasformazioni a cui è andata incontro, la splendida metropoli sul Bosforo ha sempre mantenuto una costante: la presenza dei suoi amati gatti. E risulterà molto difficile non appassionarsi e non farsi coinvolgere dalle irresistibili avventure in giro per la città delle sette splendide creature protagoniste: Sari la vagabonda, Psikopat la matta, Beng l’amante, Deniz l’amicone, Aslan il cacciatore, Duman il gentiluomo e Gamliz il giocatore. Un incantevole documentario capace di esaltare ed appassionare non soltanto gli amanti di questi splendidi animali, ma tutti coloro che amano la vita incondizionatamente perché come sottolinea una voce fuori campo: “Un gatto che miagola ai tuoi piedi guardandoti è la vita che ti sorride. Sono momenti in cui siamo fortunati, ci ricordano che siamo vivi”. Grazie a Ceyda Torun, da oggi sarà impossibile dimenticarlo.

Rispondi