Palazzo Cini apre al pubblico

di Francesco Lagonigro

cini-outoutmagazine1.jpg

Dal 20 aprile, nell’occasione dell’inaugurazione della mostra di disegni di Antonio Certani, ha riaperto al pubblico Palazzo Cini a Venezia.

Palazzo Cini espone permanentemente una delle collezioni private più importanti del ‘900 italiano, la raccolta personale di Vittorio Cini. Le opere esposte, sotto il titolo di Architettura Immaginata, per un totale di 126 disegni, rappresentano un valido esempio molti generi ed esponenti della celebre scuola bolognese tra il cinquecento e l’ottocento.

L’evento è patrocinato e sostenuto da Generali, che anche quest’anno si riconferma partner storico della fondazione Cini, una presenza importante per la salvaguardia e la conservazione del patrimonio artistico della città di Venezia.

cini-outoutmagazine2.jpg

A questo progetto si affiancano anche quelli che riguardano i restauri delle Procuratie Vecchie e dei Giardini Reali, storica sede di The Human Safety Net, così da poter restituire alla comunità la fruizione di siti altamente importanti dal punto di vista culturale.

Vittorio Cini , conte di Monselice (Ferrara, 20 febbraio 1885 – Venezia, 18 settembre 1977) è stato politico ed imprenditore. Dopo la fine della Prima Guerra Mondiale si dedicò alla valorizzazione e allo sviluppo artistico e culturale di Venezia.

Rispondi