L’insuperabile Maria

di Agostino Casaretto

callas.jpg

Ci perdonerete se per una volta saremo di parte nel giudicare questo film documentario su una donna che ha condizionato per 30 anni la vita musicale e mondana mondiale. Anna Maria Cecilia Kalogeropoulos newyorkese, creduta da tutti greca mentre in effetti era nata a New York, è stata senza alcun dubbio la più grande cantante lirica di tutti i tempi con il nome più conosciuto di Maria Callas (Meneghini da sposata).

Una cantante che è riuscita a trasformare il bel canto in canto sublime, una donna che rivive in questo film di quasi due ore facendosi conoscere, tramite tantissime interviste, come era e non come è stata dipinta per anni da tanti detrattori, anche invidiosi, che hanno cercato di far dimenticare il valore eccelso di questa cantante con pettegolezzi puerili che, nonostante tutto non sono mai riusciti a far disamorare i milioni di ammiratori che l’hanno sempre sostenuta.

callas2.jpg

Consigliamo assolutamente di non perdere questo film documentario che è stato montato in maniere egregia usando tantissime testimonianze della vita di Maria. Due ore che non lasciano spazio alla noia anche perché sublimate spesso dalla splendida voce e interpretazione di questa immensa cantante. Sin dall’inizio lo spettatore viene risucchiato dall’arte canora della Callas e viene coinvolto nelle sue interviste che via, via fanno capire chi era veramente questa donna. Un viaggio d’amore di nel canto e nella vita privata, un amore che probabilmente l’ha portata a morte troppo presto nel 1977 a soli 53 anni. MariaBy Callas è un film che fa rivivere un’epoca che non esiste più, fatta di lustrini, eleganza e un falso bel mondo, che dietro l’apparenza e il portamento della gente di un certo ceto sociale nascondeva tutta l’ipocrisia mal celata della gente benestante.

Il mondo della lirica ha visto sempre due volti: quello degli amanti dei loggioni veramente “malati” che pur di ascoltare una grande cantante come la Callas passavano nottate all’addiaccio per poter guadagnare un posto di Teatro e poter gustare quelle arie che ritemprano l’anima dei grandi musicisti come Puccini, Verdi, Bellini, Mascagni e via dicendo, e il volto di quelli che andavano all’Opera per sfoggiare i propri vestiti in platea magari fregandosene della musica. In questo film, che era stato già presentato al pubblico alla Festa del Cinema di Roma, lo spettatore potrà gustare appieno le arie più famose cantate dalla grande Maria Callas e uscire dalla sala cinematografica colmo di poesia e soddisfatto di aver gustato la voce celestiale di una cantante unica.

Dal 16 aprile al cinema.

Rispondi