L’uomo della tempesta in conferenza stampa

di Agostino Casaretto

tempesta.jpg

Si è tenuta al cinema Moderno di Roma la conferenza stampa relativa al film Io sono tempesta del regista Danilo Luchetti tenutasi dopo la proiezione del film. Una conferenza, che al contrario di altre occasioni, ha visto la partecipazione di tutti i protagonisti.

del film tra i quali : Marco Giallini, Elio Germano, Eleonara Danco . Dopo l’introduzione del regista, che ha raccontato tutte le varie fasi che hanno caratterizzato lo svolgimento del film e i motivi che avevano spinto il regista e i suoi collaboratori a decidere di sviluppare questa sceneggiatura, è iniziata la serie di domande fatte dai giornalisti che rappresentavano varie testate giornalistiche. Una giornalista ha fatto notare che in questo film è esclusa la classe media della  società mentre vede coinvolte quelle dell’imprenditoria arrembante e gli strati sociali più poveri. Il regista confermando l’annotazione ha risposto che era stata una scelta ben ponderata degli autori e sua personale.

Un altra giornalista ha chiesto a Marco Giallini se nella preparazione del personaggio che aveva interpretato avesse preso spunto da l’Alberto Sordi di alcuni suoi film. Marco Giallini, piuttosto contrariato, ha risposto che non era sua abitudine rifarsi ad altri attori o personaggi per delineare il personaggio che deve interpretare. Un giornalista ha chiesto al regista, vista la somiglianza caratteriale del personaggio che interpreta Marco Giallini con Berlusconi, cosa  ne pensasse del film di Sorrentino su Berlusconi che sta per uscire e se avesse pensato alla sua sceneggiatura confrontandola col film di Sorrentino?

io sono temp stampa.jpg

Il regista ha risposto giustamente che non conoscesse assolutamente la storia proposta da Sorrentino per il suo film e che la preparazione di Io sono tempesta è avvenuta quando ancora non si sapeva del film di Sorrentino. L’insistenza delle domande sul parallelismo del personaggio di Giallini con Berlusconi o con altri personaggi tipo Ricucci ha fatto si che Danilo Luchetti chiarisse che in realtà il personaggio del film può essere identificato con tanti capitalisti che sembrano simpatici ma nella realtà conducono vite molto discutibili. Altre domanda da parte della stampa compresa la nostra testata sono state rivolte ad Elio Germano che qualcuno ha visto nella sua interpretazione un pò sopra le righe, la risposta è stata che potrebbe essere stato per il fatto che avesse dovuto caricare molto il suo personaggio per raggiungere quello che il regista chiedeva, soprattutto perché doveva confrontarsi con la recitazione di altri personaggi non attori presi dalla vita comune.

Le domande sono poi scivolate sulla attrice che interpretava l’operatrice sociale del Centro, Eleonora Danco, che ha raccontato come le fosse piaciuto interpretare quella parte molto complicata e contorta con tante problematiche religiose che ha comportato un impegno notevole per arrivare a soddisfare il compito affidatole. Verso la fine della conferenza tutti i personaggi che erano sul palcoscenico, produttori, sceneggiatori, attori secondari hanno potuto esprimere la loro soddisfazione di aver lavorato per questo film. Il regista ha concluso la conferenza stampa ringraziando gli attori professionisti e non che hanno svolto alla perfezione il compito loro affidato, i produttori e tutta la troupe di Io sono tempesta.

Dal 12 aprile nelle sale cinematografiche.

Rispondi