Emoji: accendi le emozioni peggior film dell’anno

di Lorenzo Bagnato

Emoji - Immagine 1.jpg

Così decretano i Razzie Awards, cerimonia atta a premiare i peggiori film dell’annata passata, parodizzando la più conosciuta cerimonia degli Oscar. Per rimanere ligi alla loro linea, i Razzie Awards si svolgono precisamente 24 ore prima degli Oscar, e raramente avvengono situazioni grottesche come quando, nel 2015, Eddie Redmayne vinse sia il premio di Peggior Attore protagonista per Jupiter Ascending ai Razzie sia quello di Miglior Attore Protagonista per La teoria del tutto agli Oscar.

Nulla di simile è avvenuto quest’anno, e anzi la differenza di qualità tra La forma dell’acqua, decretato Miglior Film dell’anno dall’Academy Awards, ed Emoji: accendi le emozioni è a dir poco abissale. Di rado si è visto un film così banale, idiota, mal girato e inconsistente, tanto da riuscire a surclassare tutti gli altri candidati, che comunque presentavano nomi di “rilievo” quali Baywatch, Cinquanta sfumature di nero, La Mummia e l’immancabile Trasformers: l’ultimo cavaliere.

Emoji - Immagine 2.jpg

Ma non solo. Emoji si è anche aggiudicato il premio di Peggior Regia, consegnato a Tony Leondis, la meritata Peggior Sceneggiatura divisa tra Mike White, Eric Siegel, Tony Leondis e Jordan Roberts, tutti artefici dello script del film, e Peggior Coppia assegnata, citando la dichiarazione ufficiale della giuria: “a due qualsiasi odiose emoji

Un totale insuccesso di critica, quindi, che affianca tali premi a recensioni devastanti. La media di voto su Rotten Tomatoes è di 2,5 su 10, mentre su Metacritic si aggira intorno a 12/100.

Ciononostante il film ha avuto un enorme successo di pubblico, guadagnando globalmente 217 milioni di dollari, per non parlare della distribuzione in Home Video. Con tali cifre, non sarà improbabile vedere presto un sequel di quello che, a detta di molti, è uno dei peggiori film d’animazione degli ultimi anni.

Rispondi