Willem Dafoe al cospetto di Edward Norton in The Motherless Brooklyn

di Laura Pozzi

News Willem Dafoe Edward Norton-outoutmagazine1.jpg

Momento d’oro per Willem Dafoe, appena nominato agli Oscar come miglior attore non protagonista per The Florida Project ed ora ufficialmente nel cast di Motherless Brooklyn che a distanza di 18 anni vede il ritorno alla regia di Edward Norton. La notizia oltre a destare inevitabile curiosità, rappresenta una salutare boccata d’ossigeno per tutti gli amanti del buon cinema e per chi ammira da sempre due degli attori più versatili di Hollywood.

La storia ambientata nella New York del 1954 trae ispirazione dal romanzo poliziesco di Jonathan Lethem, dove l’investigatore privato Lionel Essrog, oltre ad essere affetto dalla sindrome di Tourette, si trova testimone dell’omicidio del suo protettore e mentore Frank Minna. La complicata inchiesta che ne segue, lo porterà all’interno di un oscuro nightclub di Harlem dove si consuma un losco intrigo orchestrato dal potente imprenditore Moses Randolph, con la complicità del fratello Paul e  il coinvolgimento di una misteriosa e ribelle ragazza.

News Willem Dafoe Edward Norton-outoutmagazine2.jpg

Dafoe dovrebbe vestire i panni di Paul, un personaggio eternamente sconfitto, totalmente succube di un fratello senza scrupoli che lo sottopone a continui maltrattamenti. Un ruolo cucito su misura per la sua camaleontica e selvaggia personalità che nel corso della carriera lo ha portato ad interpretare i ruoli più disparati con particolare affezione per personaggi scomodi o ai margini della società basta pensare a Vivere e morire a Los Angeles, Platoon, L’ultima tentazione di Cristo. Dall’altra parte abbiamo Edward Norton che oltre alla regia sarà anche produttore, sceneggiatore e interprete principale. Anche lui non è nuovo a ruoli estremi e quello di Essrog ricorda molto da vicino la diabolica e incisiva performance in Schegge di Paura, film del 1996 accanto a Richard Gere che gli regalò la sua prima nomination ai premi Oscar. Un rientro in grande stile il suo, soprattutto per quel che riguarda la regia che lo ha tenuto lontano per ben 18 anni, nonostante la convincente prova di Tentazioni d’amore (2000).

E’ passato molto tempo da allora e questo inaspettato ritorno suscita grande interesse e forti aspettative. Anche perché Norton sembra non aver paura di misurarsi con un genere ambiguo e accidentato come il noir. Di certo la presenza di Dafoe rappresenta una garanzia di qualità, ma anche il resto del cast non sembra da meno. Le ultime notizie parlano di due illustri new entry che portano il nome di Bruce Willis e Alec Baldwin. Non resta che aspettare fiduciosi l’uscita nelle sale, che al momento appare incerta. Di sicuro c’è che il film sarà distribuito dalla Warner Bros.

Rispondi