Neapolis, tra musica, sogno e cinema

di Barbara Gentiloni

271 DR8_5539.jpg

Si è svolta Mercoledi 24 gennaio presso l’Auditorium Parco della Musica, una meravigliosa serata dedicata a Napoli e alla musica partenopea, Neapolis, condotta da una madrina eccezionale come Anna Crispino, che con la sua voce e la sua naturale dote d’intrattenitrice ha fatto da fil rouge tra molti interpreti che si sono alternati sul palco.

225 DR2_5318.jpgIn una sala gremita in ogni ordine di posto (al punto che l’organizzazione ha dovuto aggiungere delle file di sedie per permettere a tutti di seguire l’intero spettacolo), la musica l’ha fatta da padrona, ma non solo. Oltre alla già citata Crispino, accompagnata da un gruppo eccezionale di musicisti, Nicola Alesini, Sergio Colicchio, Giuseppe Tortora, sono intervenuti Nando Citarella, che con la propria voce e tamburi ha deliziato la platea colorando la serata di sottili note popolari e Nino Bonocore, acclamato da molti che non si è tirato indietro dall’offrire una versione quasi jazzata di Scrivimi.

160 DR2_5193.jpg

A tutto questo si sono aggiunte le presenze di molti ospiti che hanno voluto presenziare all’evento organizzato dal Rotary Club Roma Tevere per raccogliere fondi per un progetto di recupero sociale dei detenuti del carcere di Rebibbia, tra le quali impossibili da non citare Carlo Delle Piane e Lando Buzzanca. Carlo Delle Piane, proprio in occasione della serata, è stato insignito del Premio SediciNoni alla Carriera per i suoi 70 anni di attività sul grande schermo, conferito dal Bimestrale di Cultura e Approfondimento Cinematografico SediciNoni.

Con la speranza che una serata come questa possa aprire le porte ad una musica napoletana contemporanea di altissimo spessore a tutti coloro che, legati alle tradizioni, riescano ad incuriosirsi e a varcare il confine regionale per scoprire la misticità delle note e dei sapori partenopei densi di passione, amore, e sentimento.

 

225 DR2_5318.jpg

Rispondi