Muore a 93 anni Dorothy Malone, star della serie TV Peyton Place

di Laura Pozzi

Dorothy Malone-outoutmagazine1.jpg

Giunta alla soglia dei 93 anni (li avrebbe compiuti il 30 gennaio) è volata via come una foglia al vento Dorothy Malone, attrice statunitense conosciuta soprattutto per il ruolo di Costance McKanzie Carson nel serial tv Peyton Place.

Nonostante la sua fama sia legata principalmente a questo personaggio interpretato dal 1964 al 1969 a noi sembra opportuno ricordarla per l’insolita, ma intensa carriera cinematografica che raggiunse l’apice nel 1956 quando vinse l’Oscar come miglior attrice non protagonista per Come le foglie al vento fiammeggiante melodramma firmato Douglas Sirk. Nata a Chicago nel 1925, venne scoperta casualmente durante una recita universitaria e scritturata per Il grande sonno (1946) capolavoro di Howard Hawks, dove nella breve apparizione in veste di un’occhialuta bibliotecaria mostrò la sua naturale e spiccata attitudine scenica tenendo testa a Humphrey Bogart.

Dorothy Malone-outoutmagazine2.jpg

Il particolare carisma emanato dai suoi grandi occhi scuri, non tardò ad imporsi nel dorato mondo hollywoodiano e dopo alcune partecipazioni in pellicole tutt’altro che memorabili, complice il cambio d’immagine che la tramutò in una seducente bionda platino, arrivò al successo. Tra i film più importanti e complessi dove ammirare il suo singolare e poco sfruttato talento ricordiamo il bellico Prima dell’uragano (1955) di Raoul Walsh, Furia d’amare (1958) di Art Napoleon ispirato alla drammatica esistenza di Diana Barrymore, figlia del celebre attore John, in continua lotta con il demone dell’alcool, Ultima notte a Warlock (1959) di Edward Dmytryk  western che la vede protagonista a fianco di Henry Fonda ed Anthony Quinn.

Ma è solo grazie a  Marylee Hadley diabolica e spietata ninfomane in Come le foglie al vento che la seducente Dorothy ha la possibilità di imporre il suo spregiudicato talento, convincendo i membri dell’Academy a premiarla come miglior attrice non protagonista. Ma proprio quando la folgorante carriera sembrava avviata verso un lungo e glorioso avvenire, causa una grave malattia che la ridusse in fin di vita fu costretta ad abbandonare temporaneamente le scene per farvi ritorno verso la metà degli anni ’60 in ruoli essenzialmente televisivi. Tra le serie TV più importanti segnaliamo Ironside, Ellery Queen, Le strade di San Francisco e naturalmente la già citata Peyton Place.

Dorothy Malone-outoutmagazine3.jpg

La sua filmografia che conta più di 60 titoli, si chiude definitivamente nel 1992 con lo scandaloso Basic Instinct accanto a Sharon Stone e Michael Douglas. Come per tutte le attrici e gli attori particolarmente longevi Dorothy Malone rientra fra quei personaggi di cui si è persa memoria nonostante il loro contributo cinematografico sia di valore inestimabile. Ma fortunatamente quando si parla di cinema c’è sempre modo di recuperare il tempo perduto e perdersi in quel magico mondo  di sogni ed emozioni.

Rispondi