La singolare carriera di Jeremy Renner, l’attore più redditizio del 2017

di Laura Pozzi

jeremy renner attore redditizio 2017-outoutmagazine2 (1).jpg

Per gli amanti di statistiche, classifiche e cinefumetti la notizia che Jeremy Renner sia stato decretato dalla rivista Forbes l’attore più redditizio del 2017, rappresenta la giusta consacrazione se così si può dire di un attore che ha fatto della versatilità e continuità il suo marchio di fabbrica.

Per tutti gli altri invece, questo nome che ricorre spesso in varie pellicole pur non identificandone nessuna in particolare lascia piuttosto indifferente. Eppure Renner ha un curriculum di tutto rispetto che comprende ben due candidature ai premi Oscar come miglior attore in The Hurt Locker di Kathryn Bigelow nel 2010 e come attore non protagonista in The Town (2011) di Ben Affleck.

jeremy renner attore redditizio 2017-outoutmagazine3 (1).jpg

La sua carriera multiforme prende avvio con la partecipazione a svariati spot pubblicitari fino ad approdare ad importanti serie televisive come Cenerentola a New York, Angel e CSI: Scena del crimine. Definito in modo affrettato e superficiale l’attore che sostituisce le star in riferimento ai ruoli ricoperti in Mission Impossible – Rogue Nation e in The Bourne Legacy Renner nel corso del tempo ha cercato di costruire un percorso professionale che non predilige la qualità ad ogni costo, ma piuttosto la quantità conscio del fatto che il talento, prima o poi se c’è non tarderà a manifestarsi.

E i fatti in parte sembrano dargli ragione visto i prestigiosi riconoscimenti mancati, anche se poi il suo status  resta legato al  supereroe Clint Barton/Occhio di falco nel Marvel Cinematic Universe. Ma è stato proprio l’insieme di titoli diversissimi fra loro a far balzare il suo nome in lista alla classifica contribuendo a creare una certa curiosità. Di certo risulta quantomeno singolare sbirciando tra i titoli che compongono la sua filmografia constatare quante volte la sua faccia da schiaffi è passata davanti ai nostri occhi senza fissarsi in modo decisivo.

Rispondi