Napoli e il Terzo Paradiso di Pistoletto

pistoletto.jpg

Uno specchio, come spesso usato dall’artista, è quello che fa da supporto al simbolo del Terzo paradiso. Parliamo ovviamente di Michelangelo Pistoletto e del suo progetto portato avanti fin dal 2005 e che a Napoli, nei quartieri spagnoli, precisamente nella sede della fondazione Foqus viene inaugurato la sera del 21 dicembre.

Il lavoro è un’opera partecipata, infatti dal 12 dicembre lo specchio e il simbolo del Terzo paradiso sono stati lasciati in città liberi di accogliere le scritte di chiunque volesse lasciare una traccia indelebile sull’installazione.

terzo-paradiso-di-pistoletto-2.jpg

Così lo specchio e le sue scritte rifletteranno  il cuore storico di Napoli, invitando la città a specchiarsi nella sua vera essenza, al di là di stereotipi e semplificazioni. L’opera di Pistoletto viene poi accolta in maniera permanente nei cortili della fondazione Foqus già palco di altre due installazioni di altrettanti artisti realizzate negli ultimi due anni: Mimmo Paladino e Umberto Manzo. Info: www.foqusnapoli.it

Rispondi