Monster Family: incontro con Max Gazzé e Carmen Consoli

Carmen-Consoli-e-Max-Gazzè-doppiatori-Monster-Family.jpg

Mercoledì 11 Ottobre a Roma, presso l’Hotel Holeph, si è tenuta la conferenza stampa per il film Monster Family, film d’animazione diretto da Holger Tappe in uscita nelle sale italiane il 19 ottobre. Tra i presenti i due doppiatori d’eccezione, Carmen Consoli nel ruolo di Emma, e Max Gazzè nel ruolo di Dracula. Insieme ai due musicisti c’era anche Valerio Abbondanza, 11 anni e voce del piccolo Max, vincitore del casting “Una voce per Monster Family” e al suo debutto nel mondo del doppiaggio.

Essendo quindi, come loro stessi si son definiti, dei “dilettanti”, le difficoltà incontrate in questo lavoro non sono state poche, come seguire il labiale o adattare il tono della voce in base ai movimenti dei personaggi. Gazzè ha affermato: “Bisogna non essere solo attori, bisogna considerare più aspetti, recitare, guardare l’intenzione e seguire i tempi. Per chi è musicista è difficile.” Accompagnato da entrambi i genitori, Valerio ha raccontato la sua esperienza riguardo al casting: “C’era uno che faceva lo youtuber e subito ho pensato ‘Va beh, ho perso’”; ed invece, contro ogni sua previsione ha sbaragliato la concorrenza aggiudicandosi la parte.

Consoli ha inoltre firmato la canzone originale del film, intitolato appunto “Monster Family”, in cui duetta proprio con Gazzè, e per la prima volta si è trovata a dover scrivere in inglese: “Il mio panettiere mi ha chiesto quando avrei scritto una canzone in siciliano e gli ho detto che non solo questa non l’avrei scritta in siciliano, ma addirittura neanche in italiano”.

Il tema principale del film è quello del rapporto familiare, la ricerca della felicità e le capacità genitoriali, Consoli a tal proposito ha detto: “Il senso di questo film è la felicità e, come nel giardino di Alice nel paese delle meraviglie, ce l’hai nel giardinetto di casa, non devi andare troppo lontano”. Gazzè ha continuato: “Non ho mai visto una famiglia con un fratello e una sorella che non litigano […] anzi enfatizzare ed esorcizzare questo fatto ‘guarda che non è solo nella nostra famiglia che accade questo’. È un invito alle famiglie a considerare  che poi alla fine si  può superare tutto, se si è uniti” Inoltre Consoli ha parlato del suo ruolo di madre anche al di fuori del film: “Qualcuno diceva ‘figli si nasce, genitori si diventa’. Io mi sento spesso inadeguata, devo essere sincera. […] Spesso le risposte le ricevo proprio da mio figlio, quando ho delle perplessità. Cerco di lavorare invece sul fatto di poter essere serena e sempre con uno stato vitale alto, per lui”.

Infine, vista la partecipazione di Max Gazzè ad altri film, gli è stato chiesto in merito ad una possibile carriera nella recitazione a cui ha risposto: “In passato ho fatto molto teatro, quindi mi piacerebbe continuare con il teatro, riguardo ai film mi piacerebbe continuare a fare delle piccole partecipazioni ma alla fine io faccio il musicista.”

(Cristina Cuccuru)

Rispondi