87 volte Robin Williams

robin-williamsSono passati più di due anni dalla scomparsa dell’attore Robin Williams, protagonista di numerosi film indimenticabili – come “L’attimo fuggente” – ma anche grande amante del ciclismo: un cultore della bici e un collezionista di pezzi unici, che ora i suoi tre figli hanno deciso di mettere all’asta per beneficenza. Il ricavato della vendita che si è conclusa il 25 ottobre, stimato in oltre 200mila dollari è andato a due associazioni benefiche: la Challenged Athletes Foundation, che si occupa di assistenza agli atleti disabili, e la Christopher & Dana Reeve Foundation, dedicata alle persone con lesioni del midollo spinale. Due realtà che Robin Williams sentiva molto vicine e a cui era legato.

La sua collezione di biciclette consta di 87 pezzi e tra decine di bici da corsa di alta gamma si trova davvero di tutto, persino un monociclo: le immagini dei pezzi messi all’asta su Paddle8.com dà un’idea del gusto eccentrico e variegato dell’attore, che aveva un debole per i telai artigianali di fattura italiana, come dimostrano le quattro biciclette firmate dal maestro telaista Dario Pegoretti presenti nella sua collezione a due ruote.

robin-williams-biciBiciclette di tutti i tipi, particolari, spesso pezzi unici: il patrimonio ciclistico di Robin Williams che è stato messo all’asta rispecchia la varietà di ruoli che lo hanno accompagnato nel corso della sua intensa carriera d’attore. Bici a scatto fisso – tra cui spicca una Colnago Master Pista da collezione, dipinta a mano dall’artista visuale Futura 2000, che a una settimana dalla chiusura dell’asta ha avuto un’offerta di 26mila dollari – bici da corsa di tanti marchi italiani (Bianchi, De Rosa, Pinarello, Masi, Casati) e due ruote provenienti davvero da tutto il mondo. E poi i colori: una tavolozza infinita, con accostamenti insoliti, verniciature brillanti e accessori in tinta o a contrasto.

(BikeItalia.it)

Rispondi